Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

Comunicati stampa gruppi politici

Fratelli d`Italia
comunicato n. 825 del 17 settembre 2022

Liceo Lorenzini, Capecchi (Fdi): “Cosa sta facendo la Regione? Solleciti Provincia di Pistoia e Comune di Pescia, i lavori alla sede del liceo Lorenzini non sono ancora iniziati”

Interrogazione di Fratelli d’Italia per chiarire ruoli, responsabilità e impegni per risolvere la vicenda. “Fondamentale è capire se il 16 ottobre la scuola potrà recuperare le classi mancanti, ne occorrono 44 e ora sono 21 quelle delle succursali, nella sede centrale e nella vecchia Pretura”

Pescia 17/09/2022 – “Costa sta facendo la Regione? Presenteremo un’interrogazione affinché la Giunta regionale solleciti Provincia di Pistoia e Comune di Pescia, vogliamo chiarire ruoli, responsabilità e impegni per risolvere la vicenda del Liceo “Lorenzini” di Pescia visto che i lavori alla sede centrale non sono ancora iniziati” annuncia il Consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Alessandro Capecchi, che ha raccolto segnalazioni da insegnanti, studenti, genitori, dal Circolo Fdi di Pescia e dagli eletti sul territorio.
 
“Le notizie che arrivano da Pescia non sono confortanti. I lavori alla sede centrale non sono ancora iniziati e questo fa pensare che, difficilmente, possano essere ultimati nei tempi previsti -sottolineano il consigliere regionale Capecchi, Francesca Capecchi, Andrea Tonarelli e Lorenzo Vignali del gruppo provinciale di Fdi- Se davvero fosse così, l’unica possibilità sarebbe quella del doppio turno mattina/pomeriggio. Sarebbe, infatti, impossibile continuare con la turnazione attuale perché le ore sono poche e la regolarità dell’anno scolastico sarebbe a rischio. Senza dimenticare che il doppio turno mattina/pomeriggio comporterebbe il pressoché totale annullamento della vita sociale di ciascuno studente, molti ragazzi del liceo, ad esempio, frequentano sport a livello agonistico. Inoltre verrebbe azzerata anche la possibilità di svolgere progetti pomeridiani che hanno sempre caratterizzato il Liceo “Lorenzini” –fanno notare gli esponenti di Fdi- Fondamentale è capire se il 16 ottobre la scuola potrà recuperare le classi mancanti, ne occorrono 44 e ora sono 21 quelle delle succursali, nella sede centrale e nella vecchia Pretura. Per il 16 ottobre saranno, come previsto, agibili piano terra e parte del piano primo della sede centrale? Inoltre, i lavori rispetteranno la normativa antisismica?”
 
“C’è poi la questione dei trasporti. La preside del liceo aveva garantito che Autolinee Toscane avrebbe aggiunto degli autobus per il periodo transitorio dei due turni di lezione (8-11; 11.15-14.15) ma cosi non è stato. Ci sono ancora orari non coperti dal trasporto pubblico urbano” affermano gli esponenti Fdi.

Responsabilità di contenuti e aggiornamenti a cura dei singoli gruppi consiliari e/o del Portavoce dell'opposizione

Seleziona comunicati

Cerca

Anno

Gruppo politico

 

Condividi