Home » Organismi istituzionali » Autorità partecipazione Indietro  

Autorità regionale per la garanzia e promozione della Partecipazione


L’Autorità regionale per la garanzia e la promozione della partecipazione è l’organismo cui la legge regionale  46 del 2013 (“Dibattito pubblico regionale e promozione della partecipazione alla elaborazione delle politiche regionali e locali”) affida il compito di promuovere la  partecipazione dei cittadini nei processi di costruzione delle politiche regionali e locali, un aspetto dell’ordinamento toscano sancito dallo Statuto regionale.

Le finalità di tale azione sono richiamate dall’articolo 1 della legge: l’obiettivo è “contribuire a rinnovare la democrazia e le sue istituzioni integrando la loro azione con pratiche, processi e strumenti di democrazia partecipativa”, e concorrere in tal modo alla creazione di “una più elevata coesione sociale, attraverso la diffusione della cultura della partecipazione e la valorizzazione di tutte le forme di impegno civico, dei saperi e delle competenze diffuse nella società”.

Ta gli altri obiettivi: rafforzare, attraverso la partecipazione, la capacità di costruzione, definizione ed elaborazione delle politiche pubbliche; promuovere la partecipazione come forma ordinaria di amministrazione e di governo; creare e favorire nuove forme di scambio e di comunicazione tra le istituzioni e la società; valorizzare i saperi diffusi e le competenze presenti nella società, anche dando voce a interessi diffusi e poco rappresentati; valorizzare e diffondere le nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione come strumenti al servizio della partecipazione democratica dei cittadini.

La legge regionale 46 del 2013 modifica la natura e la struttura dell’organismo previsto dalla normativa precedente. La nuova Autorità non è più un organo monocratico, ma collegiale: è composto da tre persone nominate dal Consiglio regionale.

Responsabilità dei contenuti e aggiornamenti a cura del Settore Analisi di fattibilità e per la valutazione delle politiche. Assistenza generale al Corecom, alla CPO e all’Autorità per la partecipazione

In evidenza

AVVISO –  Scadenza presentazione domande del  31 maggio 2016

L’Autorità regionale per la partecipazione (APP) informa che, a causa della sensibile riduzione degli stanziamenti assegnati a seguito dell’approvazione del bilancio di previsione del Consiglio regionale della Toscana per l’esercizio 2016 (Delibera Consiliare n. 85 del 15/12/2015),  persistono le difficoltà in ordine all' assegnazione dei contributi. In relazione  a ciò si ritiene opportuno informare gli interessati che relativamente alla prossima scadenza del 31 maggio 2016, saranno privilegiate le domande presentate dagli Istituti scolastici. Ai progetti eventualmente presentati dagli altri soggetti titolati  potranno essere quindi concesse, sulla base della valutazione dell’APP, solo forme di sostegno di carattere non finanziario tra quelle previste dal comma 1 dell’art. 18 bis della l.r. 46/2013.

Attraverso questo sito sarà data informazione circa le successive scadenze del bando per l’anno 2016.