Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.
 


I protagonisti del XX secolo


La Festa della Toscana dopo le celebrazioni dell’anno 2000, alle quali parteciparono le più alte autorità dello Stato, dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, all'ex presidente del Senato Nicola Mancino e all'ex presidente del Consiglio Giuliano Amato, è stata istituita ufficialmente con legge regionale e voto unanime del Consiglio nel maggio scorso.
Felipe Gonzalez, Giulio Andreotti, Guntis Ulmanis, Luis Marinho, Vadim Zagladin hanno partecipato alla tavola rotonda fra Ex ‘Grandi’ della terra in occasione della Festa della Toscana 2001. Il 29 novembre gli ex capi di stato, protagonisti sulla scena mondiale di fine secolo, hanno partecipato ad un dibattito, alla Limonaia di Villa Strozzi, sul tema la ‘’La libertà delle idee’’. Coordinato da Enrico Mentana. Il segretario generale dell'Onu Kofi Annan e il presidente cecoslovacco, Vaclav Havel hanno scritto al presidente del Consiglio regionale Riccardo Nencini per manifestare il loro apprezzamento dell'iniziativa.
"Durante i loro governi, o per le responsabilita'  rivestite - ha detto Nencini rivolto agli invitati - ha preso maggiore consistenza l' idea che, insieme alle regole della societa' democratica di mercato, la definizione dei diritti universali dell' uomo, la loro protezione internazionale, le convenzioni firmate dagli stati, la lotta al terrorismo e ad ogni altra forma di violenza, l' affermazione dei diritti delle donne e dei bambini, potessero rappresentare la via maestra per avviare a soluzione irrisolti problemi di giustizia e di pace dei popoli e fra i popoli''.  
''Il problema fondamentale oggi - ha aggiunto il presidente - e' se possiamo ipotizzare un modello globale di civilta', nel quale siano rispettate comunque le diverse culture, religioni, credenze e identita' o se siano destinati ad uno scontro fra civilta' che hanno valori propri, diversi, divergenti e conflittuali''.

 

Giulio Andreotti, Vadim Zagladin, Riccardo Nencini

Giulio Andreotti, Vadim Zagladin, Riccardo Nencini

 

foto con Nencini con Giulio Andreotti, Guntis Ulmanis, Felipe Gonzales e Luis Marinh

Nencini con Giulio Andreotti, Guntis Ulmanis, Felipe Gonzales e Luis Marinh

 

summit

Summit




 

Immagine intera

Riferimenti

Settore Rappresentanza e relazioni esterne
Cinzia Sestini
  055 238 7285
Enza Gori 
 055 238 7638
Elisabetta Severi  055 238 7568

Numero verde 800 401 291