Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.
Botte di San Giovanni alla Vena

Illuminazione della Botte di San Giovanni alla Vena di Vicopisano

 

Il 27 dicembre del 1716 nacque Leonardo Ximenes, ingegnere e scienziato, che, con le Cateratte Ximeniane, iniziò l'opera di regimazione idraulica della zona dell'attuale comune di Vicopisano, in provincia di Pisa.
Nel 1852 il Granduca Leopoldo II di Lorena approvava il progetto di Alessandro Manetti per il prosciugamento del lago di Bientina, che prevedeva la deviazione del Canale Imperiale costruito poco meno di un secolo prima su progetto dello Ximenes.
L'emissario così deviato doveva passare sotto l'alveo dell'Arno per mezzo di una cosiddetta "botte", cioè di un condotto sotterraneo lungo 255 metri.
La prima pietra di questa straordinaria opera di ingegneria idraulica fu posata il 16 settembre 1854. Il Granduca fu talmente colpito dall'imponenza del lavoro, terminato nel 1859, che ne descrisse le varie fasi costruttive nel suo Governo di Famiglia. 
L'opera è tuttora intatta ed è possibile ammirarne l'ardita struttura. Rappresenta una delle opere idrauliche più importanti d'Italia e l'infrastruttura più rilevante dell'epoca lorenese.
(fonte Itinerari scientifici in Toscana)

In occasione della Festa della Toscana 2017 sarà inaugurato l'impianto di illuminazione.

Questo il programma:

Presentazione del progetto relativo alla struttura della Botte nelle ex scuole di San Giovanni alla Vena, in Piazza della Repubblica, ore 17.30

Saluti di Juri Taglioli sindaco del Comune di Vicopisano
Introduzione di Matteo Ferrucci vicesindaco del Comune di Vicopisano
Intervento dell'associazione Non c'è futuro senza memoria
Conclusioni di Eugenio Giani presidente del Consiglio regionale della Toscana

ore 18.15 trasferimento con mezzi propri in località La Botte e accensione del nuovo impianto di illuminazione

#FestaDellaToscana

Contenuto aggiornato al 3 maggio 2018

Iniziative