Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

COMUNICATO STAMPA  n. 1620


Regione: Bilancio previsione 2017-2019, via libera alla terza variazione

Il Consiglio regionale ha approvato a maggioranza le proposte di legge di variazione e gli interventi collegati. Emendamento, presentato dall'assessore Bugli, per la redistribuzione delle risorse impegnate: ai Comuni del territorio livornese colpito dall'alluvione del settembre scorso altri 5milioni

 

30 novembre 2017

 

Firenze –Via libera del Consiglio regionale alla terza variazione al Bilancio di previsione 2017-2019 della Regione. Si sono espressi a favore i gruppi di maggioranza, mentre quelli di minoranza hanno votato contro: 22 voti favorevoli e 12 contrari, sugli interventi normativi collegati alla variazione. Sulla legge di terza variazione, su 32 presenti, 21 voti favorevoli e 11 contrari.
Nel corso della votazione, è stato approvato un emendamento della stessa Giunta, illustrato in Aula dall’assessore Vittorio Bugli, relativo alle somme stanziate per la popolazione colpita dall’evento alluvionale nel territorio livornese: “Modificheremo la destinazione degli 8 milioni di aiuti impegnati per il sostegno sociale alle famiglie colpite dall’alluvione – ha spiegato Bugli –. Al momento, abbiamo un volume di richieste dalle famiglie molto più basso rispetto alla somma che abbiamo stanziato: il termine per la presentazione delle richieste scade il 7dicembre ed è ormai chiaro che non arriveremo neppure vicini a quella somma complessiva. Lo stanziamento rimane comunque destinato all’evento alluvionale di Livorno: 3milioni andranno a rispondere direttamente alle richieste delle famiglie, gli altri 5milioni, degli 8 impegnati, saranno destinati ai Comuni interessati per rispondere così alle loro necessità di risorse per interventi effettuati nell’urgenza del momento”.
Tra gli ordini del giorno, collegati alle due leggi, ricordiamo quello del Partito democratico, sulla valorizzazione e tutela del tartufo – approvato dall’aula - che chiede alla Giunta di coordinare le azioni all’interno del nuovo quadro normativo; e l’ordine del giorno del Movimento 5 Stelle, che chiedeva di rimodulare, nel 2018, l’erogazione dei 100 mila euro per il teatro Ernesto Rossi di Pisa. L’atto è stato bocciato, ma come annunciato dalla vicepresidente della Giunta regionale Monica Barni: “andremo oltre l’ordine del giorno, attraverso una procedura di federalismo demaniale il benepasserà alla Regione, così daremo slancio alle attività del teatro”. (ps/sbar) 

Responsabilità di contenuti, immagini e aggiornamenti a cura dell'Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Toscana

Seleziona comunicati

Cerca

Anno

Argomento

 

Condividi