Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

COMUNICATO STAMPA  n. 0670


Mostre: Sogni e vita, l’arte come assistenza e solidarietà

Inaugurata la personale di Celi e Cobena. Eugenio Giani: “Opere di grande virtuosismo e talento. Esprimono gioia di vivere e trasmettono messaggio di speranza alle nuove generazioni”

 

21 giugno 2013

 

Firenze – Una mostra dal “grande significato e finalità dal punto di vista dell’assistenza e della speranza per il futuro delle nuove generazioni. Una mostra che si propone l’obiettivo di sollevare la situazione particolarmente drammatica della mal nutrizione dei bambini sotto i 5 anni”. Così il consigliere regionale Eugenio Giani all’inaugurazione della mostra “Sogni e Vita” di Karina Celi e Teddy Cobena dell’associazione Solidart (Salute e arte/Arte e salute), Ong che operanei paesi dell’America Latina(Ecuador) senza scopo di lucro.
“L’iniziativa che ospitiamo in palazzo Panciatichi – ha detto Giani – non rimarrà a Firenze e non sarà un caso isolato. Gli autori stanno già lavorando ad una sorta di prospettiva in altre città europee per lanciare e proseguire, attraverso la forma artistica, questo straordinario messaggio di interconnessione, contagio e sensibilizzazione. Parte da qui, dalla nostra città e dalla Toscana che dell’arte e della cultura ne hanno sempre fatto una bandiera. Per questo non possiamo che essere particolarmente orgogliosi”.
Le opere in esposizione sono state definite dal consigliere di “grande virtuosismo e talento”, pezzi che esprimono una “grande gioia di vita da interpretare per le nuove generazioni come un messaggio di speranza”.
La mostra resterà aperta al pubblico fino al 28 giugno, dal lunedì al venerdì dalle 14 alle 18. (f.cio)

Responsabilità di contenuti, immagini e aggiornamenti a cura dell'Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Toscana

Materiali multimediali

Dichiarazioni, interviste, foto e altri contributi

Immagine - Mostre: Sogni e vita, l’arte come assistenza e solidarietà

Seleziona comunicati

Cerca

Anno

Argomento

 

Condividi