Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

COMUNICATO STAMPA  n. 0474


Capodanno Toscano: due mostre dedicate all'Annunciazione

Venerdì 25 marzo alle 16.30 a palazzo Panciatichi e alle 17.30 a palazzo Bastogi, doppia inaugurazione per festeggiare la ricorrenza. Opere create appositamente per l'evento. Visite guidate al percorso storico

 

24 marzo 2016

 

Firenze – Arte contemporanea per festeggiare il Capodanno toscano 2016. In Consiglio regionale, venerdì 25 marzo, si inaugurano due mostre dedicate all’Annunciazione e, per l’occasione, palazzo Panciatichi-Covoni si apre ai cittadini con visite guidate al percorso storico (orario: 15.45, 17 e 18).
Alle 16.30 a palazzo Panciatichi (via Cavour 4) il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani, taglierà il nastro per l’esposizione “Il Capodanno dell’Annunciazione. Artisti contemporanei a confronto sul tema”. Alle 17.30, invece, a palazzo Bastogi (via Cavour 18) il presidente inaugurerà la personale dell’artista Tannaz Lahiji “Nuoroz. Capodanno toscano e persiano” a cura di Massimo Innocenti. La cultura continuerà poi al Caffè Michelangiolo (via Cavour 21) alle 18.30 con la proiezione del video “Oltre la luce” dell’artista iraniana.
La collettiva, a cura di Anita Valentini, rende omaggio alla tradizione storico-artistica, legata nei secoli al Capodanno toscano, mettendo in mostra opere di artisti contemporanei, toscani e non solo, che si sono confrontati sul tema iconografico dell’Annunciazione. Scultori, pittori, performance artists e un orefice, accompagnati dall’opera del pittore Pietro Annigoni, interpretano il tema, secondo l’iconografia tradizionale ma anche con variazioni moderne.
La mostra di Tannaz Lahiji è, invece, espressione di una comune sensibilità toscana e persiana, all’inizio dell’anno da festeggiare con la primavera. L’esplosione di energia, caratteristica dell’estro artistico della pittrice, formatasi a Teheran, consente di cogliere il messaggio universale di un nuovo anno che inizia a primavera, il 21 marzo nell’Antica Persia, il 25 marzo in Toscana.
La collettiva resterà aperta fino al 14 aprile dal lunedì al venerdì con orario 10-12 e 15-19 e il sabato dalle 10 alle 12; la personale proseguirà al caffè Michelangiolo fino all’8 aprile dal lunedì al venerdì con orario 10-12. (bb)

Responsabilità di contenuti, immagini e aggiornamenti a cura dell'Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Toscana

Seleziona comunicati

Cerca

Anno

Argomento

 

Condividi