Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

COMUNICATO STAMPA  n. 813


30 novembre, Festa della Toscana

Seduta solenne del Consiglio regionale, una tavola rotonda sui diritti delle donne, l’inaugurazione della mostra all’Archivio di Stato, spettacoli itineranti con gruppi musicali e parate

 

29 novembre 2002

 

Manifestazioni solenni, tavola rotonda, corteo storico, musica e teatro per le strade, così, domani Firenze celebra la Festa della Toscana. La giornata si apre con un corteo storico che percorre le vie del centro, partendo da Piazza del Duomo, alle 10.30, per arrivare agli Uffizi. Qui, alle 11.00, nella splendida cornice della Sala della Biblioteca, si riunisce in seduta solenne il Consiglio regionale della Toscana. I diritti delle donne, insieme al ricordo dell’abolizione della pena di morte, saranno al centro della celebrazione. A prendere la parola saranno il presidente dell’assemblea, Riccardo Nencini; il presidente della Giunta regionale, Claudio Martini; il sindaco di Firenze, Leonardo Domenici; la deputata europea Emma Bonino; Loretta Montemaggi, che ha presieduto il Consiglio regionale dal 1980 al 1983; Ludmilla Alexeeva, presidente del Moscow Helsinky Group; Sima Samar, presidente della Commissione afgana per i diritti umani; Angela Monson, presidente della National Conference of State Legislatures (USA); Angela Fusco Perrella, presidente del Consiglio regionale del Molise. Al termine, l’attore Andrea Buscemi reciterà alcune pagine di Dante Alighieri. Contemporaneamente si terranno consigli straordinari in numerosi comuni e nelle amministrazioni provinciali. Il momento del confronto internazionale si terrà nel pomeriggio, alla 16.30 alla Limonaia di Villa Strozzi a Firenze, con la tavola rotonda “Donne del mondo, donne nel mondo” coordinata da Cesara Buonamici. A raccontare la loro esperienza: Sima Samar; Emma Bonino; Ludmilla Alexeeva; Angela Monson; Nora Castañeda, presidente della Banca per lo sviluppo delle donne; Hebe de Bonafini, presidente delle Madres De Plaza de Mayo; Indira Nath, premio Women for Science 2002; Gloria Cuartas, colombiana, ex sindaco di Apartadò, attivissima in favore dei contadini e contro la criminalità ed i narcotrafficanti; Teresa Mattei, la più giovane deputata dell’Assemblea Costituente e Maria Luigia Guaita Vallecchi, ex partigiana. Chiuderà l’evento l’attore Marco Messeri, con un’altra lettura dalla Divina Commedia. Spettacoli itineranti, gruppi musicali e parate animeranno le vie del centro storico a partire dalle 16.00. Da piazza Duomo a piazza Signoria fino al Ponte Vecchio, da piazza Strozzi a piazza della Repubblica fino a S. Croce, passando da S. Lorenzo e da via Calzaioli, attori, musicisti, giocolieri e clown suoneranno e balleranno per coinvolgere i fiorentini nei festeggiamenti. Tra gli altri eventi della giornata, domani si inaugura la mostra “Dai cimeli al computer”, che esporrà il prezioso patrimonio documentario dell’Archivio di Stato di Firenze, nel centocinquantesimo anniversario della fondazione. In mostra, fino al 20 febbraio all’Archivio di Stato, cimeli come il Libro del chiodo, che contiene tra l’altro la condanna alla pena capitale di Dante Alighieri (10 marzo 1302) e la riforma della legislazione penale (30 novembre 1786), con il granduca Pietro Leopoldo d’Asburgo Lorena che abolisce in Toscana la pena di morte e la tortura. (ab bb)

Responsabilità di contenuti, immagini e aggiornamenti a cura dell'Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Toscana

Seleziona comunicati

Cerca

Anno

Data

dal      al     

Argomento

 

Condividi