Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

 

 

Geometrie di luce tra sogno e realtà

mostra di pittura di Roberto Loreto
da giovedì 16 novembre a giovedì 30 novembre 2017
sala delle Feste, palazzo Bastogi

programma

La città di Firenze, con i ponti, i palazzi storici, i vicoli del centro. Gli antichi borghi medievali incastonati sulle pendici delle colline o arrampicati in cima alle alture. Ed ancora: la volta celeste, la distesa marina, i filari d’alberi lungo i sentieri del bosco. Frammenti di realtà che compongono l’immaginario pittorico di Roberto Loreto, artista fiorentino. Una visione prismatica del reale, raggiunta duplicando e moltiplicando gli elementi figurali, come in un gioco di specchi.
Un mondo visto o sognato, filtrato di fantasie e ricordi, dove il tradizionale ordine delle cose appare incredibilmente rovesciato.
Alle geometrie del colore, ottenute stratificando le pennellate in diversi passaggi, corrispondono gli effetti di rifrazione e diffrazione della luce, che scompagina il soggetto raffigurato, fino a confonderlo con lo spazio circostante. 
Memore delle avanguardie – dalla scomposizione cubista al dinamismo plastico futurista, passando attraverso il raggismo russo – Loreto ne reinterpreta la lezione con rigore e sensibilità. Ne deriva un linguaggio autonomo e riconoscibile, capace di coniugare le raffinatezze quasi astratte del colore con una trascrizione lirica della realtà.

    Ricevi le novità

    Iscriviti