Fai contare la Cultura
Toscana creativa 2030

Fai contare la Cultura. Toscana creativa 2030 è un percorso promosso dalla Regione Toscana per fare un momento di verifica, insieme agli operatori e alle istituzioni del settore sulle condizioni in cui si realizza l’offerta culturale in Toscana oggi e sulle regole che disciplinano il lavoro, l’organizzazione e il finanziamento dei progetti culturali. È un percorso di elaborazione di stati generali che si svilupperà in due fasi.

La prima fase, conclusasi a fine ottobre 2022, ha visto un'intensa raccolta dati condotta attraverso la distribuzione di due questionari. Su incarico della Commissione regionale Cultura, i dati pervenuti sono stati oggetto di analisi e studio approfondito da parte dell’Istituto regionale per la programmazione economica della Toscana (IRPET ) che ha realizzato l’esaustivo rapporto di ricerca Il lavoro nei settori culturali: inquadramento con le fonti statistiche ufficiali e risultati delle indagini dirette promosse dalla commissione regionale.

La seconda fase, che sta per aprirsi, è dedicata ad audizioni e incontri, utili a restituire e valutare insieme l’esito delle consultazioni e della ricerca che farà IRPET. Parallelamente ci occuperemo anche degli appuntamenti di riflessione sulla formazione professionale, e sulla legge sullo spettacolo dal vivo, nonché di una messa a punto e valutazione della legge toscana sull’art bonus, con un convegno dedicato.

Abbiamo preso come riferimento temporale il futuro prossimo delle agende europee e mondiali: il 2030. Un tempo futuro che ci imponga una visione di prospettiva, ma sufficientemente vicino perché il percorso possa contribuire concretamente a configurare gli indirizzi per le politiche dei prossimi anni.

Che cos'è Fai contare la Cultura

Eventi

Fai contare la Cultura. Toscana creativa 2030 prevede una serie di appuntamenti di riflessione su temi centrali per il settore culturale e creativo, come la formazione professionale e la legge sullo spettacolo dal vivo, ma anche su altri aspetti che stanno emergendo come cruciali attraverso le attività di ascolto del settore.

Accedi al calendario degli eventi

I dati raccolti attraverso i questionari

Di seguito sono visibili alcuni grafici e preliminari informazioni rilevate grazie ai due questionari lanciati da Fai contare la cultura: uno rivolto a “imprenditori” e “imprenditrici” della cultura (organizzazioni culturali e liberi professionisti); uno rivolto a lavoratori e lavoratrici dei settori culturali.

In totale hanno risposto 367 organizzazioni, 75 liberi professionisti, 306 lavoratori dipendenti.

Obiettivo delle rilevazioni è stato quello di ricostruire le caratteristiche principali, ambiti di attività, dimensioni occupazionali e di fatturato, aspetti organizzativi delle imprese culturali. Il questionario rivolto ai/alle dipendenti del settore culturale aveva l’obiettivo di rilevare il grado di soddisfazione, le criticità organizzative e raccogliere suggerimenti per il miglioramento dei servizi
L’elaborazione dei dati e dei risultati è stata curata da IRPET su incarico della Commissione regionale Cultura.
Visita il report completo elaborato da IRPET



ALCUNI DATI DAI QUESTIONARI PER LE ORGANIZZAZIONI CULTURALI E LIBERI PROFESSIONISTI

CHI HA RISPOSTO
Di cosa si occupano le imprese culturali che hanno risposto
Grafico 2.5. QUOTA % DEI RISPONDENTI, DISTINTI TRA ORGANIZZAZIONI E LIBERI PROFESSIONISTI, PER TIPO DI ATTIVITÀ


Qual è la forma giuridica e la provenienza geografica di chi ha risposto
COMPOSIZIONE % DELLE ORGANIZZAZIONI RISPONDENTI PER FIGURA GIURIDICA
COMPOSIZIONE % DELLE ORGANIZZAZIONI RISPONDENTI PER TERRITORIO PROVINCIALE


ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E RISORSE UMANE
Quali sono le figure professionali considerate strategiche dal settore culturale e creativo
Grafico 2.19. QUOTA % DELLE ORGANIZZAZIONI PER TIPO, CHE RITIENE NECESSARIA CIASCUNA CATEGORIA DI PROFESSIONE


FARE IMPRESA CULTURALE E CREATIVA
Che cosa favorisce la nascita dell’impresa culturale
Grafico 2.22. QUOTA % RISPONDENTI PER AZIONE RITENUTA MOLTO ADEGUATA PER FAVORIRE LA NASCITA DELLE ICC


WELFARE CULTURALE
Quante sono le imprese culturali e creative attive nel welfare sociale e in quale aree specifiche
Grafico 2.24. QUOTA % DEI RISPONDENTI ATTIVI NEL WELFARE CULTURALE PER AREA. ORGANIZZAZIONI E LIBERI PROFESSIONISTI


ALCUNI DATI DAI QUESTIONARI PER I LAVORATORI E LE LAVORATRICI DEL SETTORE CULTURALE E CREATIVO

CHI HA RISPOSTO
Età e genere di chi ha risposto al questionario (Segnaliamo che il 2% di coloro che ha risposto ha preferito non indicare il genere e che per questioni di impossibilità di visualizzazione il grafico sottostante non riporta questo dato)
Grafico 3.1. COMPOSIZIONE % DEI RISPONDENTI PER GENERE E CLASSE DI ETÀ


CONDIZIONI LAVORATIVE
Gli intervistati e le intervistate che ritengono il loro salario non adeguato al lavoro che svolgono
Grafico 3.5. QUOTA % DEI RISPONDENTI IN DISACCORDO CON AFFERMAZIONE "IL MIO SALARIO È ADEGUATO"

Quanto ne sai?

Quanto ne sai dei bandi di finanziamento dell’Unione Europea?

Misura la tua capacità di accesso ai fondi diretti rispondendo a 8 domande. Alla fine del quiz riceverai approfondimenti e informazioni per migliorare le tue competenze.
Accedi al quiz sui bandi di finanziamento dell’Unione Europea

 

Quanto ne sai dell’Art Bonus?

Misura le tue conoscenze in tema di accesso all'Art Bonus e alle agevolazioni per il sostegno alla cultura rispondendo a 5 domande.
Accedi al quiz sul tema dell’Art Bonus

Strumenti

In questa sezione troverai strumenti e risorse utili (normativa, ricerche, fondi e finanziamenti…) per supportare le attività del settore culturale e creativo.
Accedi agli Strumenti

Cartella stampa


Accedi ai materiali stampa