Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

Edizioni dell'Assemblea 215

TitoloStoria di Massimiliano Guerri “Il Brutto”
SottotitoloPatriota reggellese del Risorgimento
AutorePaolo Rosseti
SezioneMemorie
Formato17x24
Pagine109
Anno2020
ISBN978-88-85617-75-9
Testo
AbstractSi tratta della vita di Massimiliano Guerri “ Il Brutto” nato nel Comune di Reggello nel 1820, figura quasi completamente sconosciuta nelle pagine storiche del nostro Risorgimento, ma valoroso e apprezzato personaggio dai più famosi e grandi uomini del periodo risorgimentale italiano. Arruolato quale milite volontario nella prima guerra di indipendenza del 1848, ”dopo essersi battuto per l’intera giornata del 29 Maggio del 1848 a Curtatone, nella ritirata fu fatto prigioniero da un croato. Da una ventina di giorni non si lavava la polvere e il sudore rappreso ne bruttavano la barba da tanto tempo disgiunta dal pettine.” Taliane dicono Croate star prutte, l’apostrofò il croato, ma ti star più prutte di noi (Brutto) “. Da allora in poi sarà per tutti , amici, patrioti, politici importanti e governanti “ II Brutto”. Aderì alla Giovine Italia, partecipò alla difesa della Repubblica Romana prese parte con Garibaldi alla battaglia di Mentana del 1867. Nel 1874 fu imputato a Firenze nel famoso processo agli Internazionalisti. Morì povero il 20 Marzo del 1893 a Firenze. Molte furono le condoglianze e le testimonianze di affetto che giunsero alla famiglia dal mondo della cultura e della politica italiana.

La distribuzione dei volumi è sospesa temporaneamente a causa dell'emergenza epidemiologica da Coronavirus.

Seleziona volumi EdA

Ricerca libera

Numero volume

Sezioni 

Anno