Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

 

 

I grandi maestri toscani

mostre di opere dalla collezione del Consiglio regionale della Toscana
da sabato 27 ottobre a domenica 2 dicembre 2018
Barberino Val d'Elsa e San Donato in Poggio, Tavarnelle Val di Pesa

programma

catalogo

Sabato 27 ottobre alle ore 11 inaugurazione della mostra presso lo Spedale de Pellegrini a Barberino Val d'Elsa e alle ore 17.30 in palazzo Malaspina a San Donato in Poggio, Tavarnelle Val di Pesa.
 
Il Consiglio regionale della Toscana ha intrapreso da anni un percorso culturale ospitando nei propri palazzi mostre su temi e artisti legati alla Toscana.
Il progetto ha inizio nel 2000 in occasione della prima edizione della Festa della Toscana con l'esposizione delle gigantografie sulla pena di morte di Oliviero Toscani.
Nel tempo la collezione si è arricchita con la presenza di opere di grandi maestri affermati sul piano nazionale e internazionale quali Onofrio Pepe, Antonio Possenti, Luca Alinari, Jean Michel Folon, Igor Mitoraj e ad oggi raccoglie e mette in mostra oltre seicento opere di grafica, pittura e scultura donate e alcune affidate in comodato d’uso. Fanno parte della collezione anche donazioni di grandi artisti recentemente scomparsi: Pietro Cascella, Silvano Campeggi, Giampaolo Talani, Leopoldo Paciscopi.
Una parte di questa collezione, per la prima volta esce dal palazzo del Pegaso e sarà possibile vederla in due prestigiose sedi toscane a testimonianza del legame con i territori e le comunità che il Consiglio regionale rappresenta.

Comunicato stampa


La collezione