Logo del Consiglio regionale toscano
 
Il collegio

Il Collegio di garanzia statutaria è previsto dall’articolo 57 dello Statuto regionale con i seguenti compiti: giudicare della conformità a Statuto delle leggi e dei regolamenti regionali, giudicare dei conflitti di attribuzione fra organi regionali e pronunciarsi sull’ammissibilità e regolarità delle richieste di referendum popolari regionali.

E’ il quarto organo di garanzia che, in ordine di tempo, viene costituito a livello regionale. Già presenti infatti la Commissione di garanzia in Piemonte, la Consulta statutaria in Liguria e la Consulta di garanzia statutaria in Emilia Romagna.

La legge regionale 4 giugno 2008, n. 34 ne disciplina in dettaglio le modalità di costituzione e di funzionamento. Il Collegio si dota quindi di un proprio regolamento interno.

Costituito con deliberazione del Consiglio regionale 10 febbraio 2010, n. 19 i suoi componenti sono Dott. Giuseppe Adduci, Avv. Alberto Bianchi, Avv. Raffaella Bonsangue, dimissionaria dal 21 aprile 2015, Prof. Maria Cristina Grisolia, Prof. Stefano Merlini, Avv. Luca Tartaglione, Avv. Giuseppe Toscano.

In data 18 marzo 2010 il Collegio si insedia ed elegge al proprio interno, con unanimità di consensi, come Presidente il prof. Stefano Merlini e quale Vicepresidente il Dott. Giuseppe Adduci.

Tiene la sua seconda seduta il data 9 aprile 2010 per affrontare le questioni organizzative più urgenti e il lavoro di elaborazione del regolamento interno.

Con la seduta del 7 maggio 2010 il testo del regolamento è posto all’approvazione dei membri, quindi trasmesso all’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale per l’esame dei profili attinenti al raccordo con il Regolamento interno consiliare, come previsto dalla legge regionale 34/2008 articolo 15, comma 2.

Con legge regionale 24 gennaio 2011, n. 7 vengono introdotte modifiche alla legge regionale 34/2008 attribuendo così al Collegio funzioni di consulenza giuridico-istituzionale per il Consiglio regionale.

La legge statutaria 16 giugno 2015, n. 55, modifica l’articolo 57 dello Statuto prevedendo, in particolare, la riduzione della durata in carica dei componenti del Collegio che passa da sei a cinque anni.
 
Con la legge regionale n. 34 del 2015 sono introdotte, infine, ulteriori modifiche alla legge istitutiva del Collegio conseguenti all’entrata in vigore della modifica statutaria.



responsabilità dei contenuti e aggiornamenti a cura della Direzione di area Assistenza istituzionale