Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

Festa della Toscana 2020

Il programma delle iniziative è in continuo aggiornamento e a cura dei soggetti proponenti. Per conferma si invita a contattare gli organizzatori
12345678910

Arezzo (AR)

Da martedì 23 febbraio a martedì 23 marzo 2021, ore 21.20

TSDtv, piazza san Domenico, 6

Molti diritti, un solo nome: UOMO
Trasmissione televisiva

Il progetto, articolato in una trasmissione televisiva, mira a fare un excursus storico dei diritti: da quelli dell'individuo a quelli collettivi, dai diritti di sopravvivenza a quelli socio-economici, fino ai c.d. 'nuovi diritti ' (es. diritto alle cure palliative, diritto al multiculturalismo), con una particolare attenzione ai diritti delle persone più fragili, come gli anziani.

Rivolto a tutti
Organizzatore TSD Comunicazioni
Info Elisabetta Giudrinetti 335 6953294 amministraazione@tsdtv.it

Arezzo (AR)

Domenica 7 marzo 2021, ore 20

Teatro Virginian, via de redi 12

Il verniciatore di ombrelli - l'Italia che cambia attraverso gli occhi di un boia
"il verniciatore di ombrelli" - l'Italia che cambia attraverso gli occhi di un boia

Short movie - documentario e letture (alla scoperta dei luoghi delle esecuzioni capitali di Arezzo)

Realizzazione di una mostra all’interno dei locali del Teatro Virginian di Arezzo che raccoglie documenti, lettere, disegni e foto presi dall’Archivio di Stato di Arezzo sui luoghi e le testimonianze delle esecuzioni capitali svolte sul territorio aretino e realizzazione e messa in scena di uno Spettacolo/Recital sull’ultima esecuzione capitale ad Arezzo (immaginandola come l’ultima sul territorio toscano) e sul personaggio di Gian Battista Bugatti - detto Mastro Titta, il più famoso Boia di Roma con 514 "giustizie" tra il 1796 e il 1864.

Rivolto a tutti
Organizzatore Associazione culturale La Filostoccola
Info Daniele Marmi 0575 351541;334 3385046 marmidaniele@live.it

Arezzo (AR)

Da lunedì 8 marzo a lunedì 22 marzo 2021, ore 16

Istituti Comprensivo Statale "IV Novembre", Via Francesco Rismondo, 4

Musica e libertà - Dialogare attraverso il suono
Laboratori didattici

“Musica e libertà - Dialogare attraverso il suono” - un laboratorio interattivo per riflettere sulla Storia della Toscana come modello di libertà, coesione sociale e integrazione, realizzato in collaborazione con l’Istituto Comprensivo IV Novembre di Arezzo. Il laboratorio permetterà a tutti i bambini di suonare gratuitamente in orchestra violino, violoncello e flauto anche senza aver mai suonato prima, ma sarà anche l’occasione di affrontare i temi di integrazione, coesione sociale, fratellanza tra i popoli e le buone pratiche che, dal passato al presente, possono favorire modelli di sviluppo inclusivi e illuminati che hanno portato alla conquista di nuovi diritti. Il laboratorio prende infatti spunto dall’Orchestra Musicasempre, progetto che si ispira a El Sistema, fondato in Venezuela da J. Antonio Abreu con l’intento di togliere i ragazzi venezuelani dalla strada offrendo loro una possibilità di riscatto e crescita sociale. Il laboratorio sarà preceduto dagli interventi del Preside, Prof. Marco Chioccioli e del responsabile artistico M° Alessio Nocentini.

Rivolto a tutti, scuole primarie, scuole secondarie
Organizzatore Associazione Le 7 Note
Info Giulia Nuti 338 9841799; giulianuti@gmail.com

Arezzo (AR)

Da martedì 23 marzo a sabato 27 marzo 2021, ore 9 -13 e 14 -18

Casa Museo dell'antiquariato Ivan Bruschi, Corso Italia 14

Conoscere e comprendere per accogliere e rispettare
Siano tutti connessi gli uni agli altri...gli oggetti raccontano

Percorso didattico on line

Percorso didattico on line "Siamo tutti connessi gli uni agli altri…oggetti che raccontano” Attraverso le opere della mostra "L’Oriente in Casa. Opere dalla collezione Stibbert" insieme ad alcuni oggetti della collezione permanente si partirà per un viaggio di conoscenza del mondo, alla base di un consapevole rispetto dei diritti di ogni essere umano. Saranno raccontati in modo didattico e divertente le rotte dei primi esploratori, la storia e le tradizioni dei popoli, pagine di racconti indimenticabili, la vita di due collezionisti che hanno lasciato eclettiche testimonianze d’arte, veri strumenti di educazione culturale e civile. Appuntamento di teatro digitale sui social “WSW - World Story Web” Stenterino e Pinocchiello, figli contemporanei dei toscani Stenterello di Luigi Del Buono e Pinocchio di Collodi, sono coinvolti in un’audace impresa sul web: scoperto il contenitore online di tutte le storie della rete, conservato in un luogo ignoto e raggiungibile da un link denominato World Story Web, cercano di accedervi per modificare le trame delle storie che più li spaventano, di quelle che hanno strutturato senza lieto fine il vissuto creativo e culturale di molteplici comunità. L’impresa è smisurata ma i due sono fiduciosi perché hanno dalla loro parte l’originale obiettivo di dare vita ad un mondo condiviso, plurale e connesso, dove i diritti siano rispettati, dove i desideri possano compiersi. Arricchito dalle musiche dell’Orchestra Multietnica di Arezzo.

Rivolto a scuole primarie, scuole secondarie
Organizzatore Fondazione Ivan Bruschi
Info Elisabetta Bidini 0575 354126;366 6511905 casamuseobruschi@gmail.com

Arezzo (AR)

Sabato 27 marzo 2021, ore 16

Casa Museo dell'antiquariato Ivan Bruschi, Corso Italia 14

Conoscere e comprendere per accogliere e rispettare
WSW - World Story Web

Spettacolo teatrale on line

Percorso didattico on line "Siamo tutti connessi gli uni agli altri…oggetti che raccontano” Attraverso le opere della mostra "L’Oriente in Casa. Opere dalla collezione Stibbert" insieme ad alcuni oggetti della collezione permanente si partirà per un viaggio di conoscenza del mondo, alla base di un consapevole rispetto dei diritti di ogni essere umano. Saranno raccontati in modo didattico e divertente le rotte dei primi esploratori, la storia e le tradizioni dei popoli, pagine di racconti indimenticabili, la vita di due collezionisti che hanno lasciato eclettiche testimonianze d’arte, veri strumenti di educazione culturale e civile. Appuntamento di teatro digitale sui social “WSW - World Story Web” Stenterino e Pinocchiello, figli contemporanei dei toscani Stenterello di Luigi Del Buono e Pinocchio di Collodi, sono coinvolti in un’audace impresa sul web: scoperto il contenitore online di tutte le storie della rete, conservato in un luogo ignoto e raggiungibile da un link denominato World Story Web, cercano di accedervi per modificare le trame delle storie che più li spaventano, di quelle che hanno strutturato senza lieto fine il vissuto creativo e culturale di molteplici comunità. L’impresa è smisurata ma i due sono fiduciosi perché hanno dalla loro parte l’originale obiettivo di dare vita ad un mondo condiviso, plurale e connesso, dove i diritti siano rispettati, dove i desideri possano compiersi. Arricchito dalle musiche dell’Orchestra Multietnica di Arezzo.

Rivolto a scuole primarie, scuole secondarie
Organizzatore Fondazione Ivan Bruschi
Info Elisabetta Bidini 0575 354126;366 6511905 casamuseobruschi@gmail.com

Bibbiena (AR)

Da lunedì 11 gennaio a venerdì 30 aprile 2021, ore 08-13

Scuola Secondaria di primo grado di Soci, via della Repubblica , Soci

E' arrivato l'arrotino
Progettazioni gioco da tavolo

Laboratori didattici

Il Progetto prevede la realizzazione di un gioco da tavolo rappresentativo dello spaccato sociale ed economico dell’epoca; sarà un percorso che replicherà un particolare tragitto da meglio individuare lungo il territorio locale e riporterà quei luoghi che principalmente lo caratterizzavano. I giocatori dovranno riuscire ad esser occupati in qualche mestiere o aprire un’attività contestualizzata al periodo storico e del nostro paese, districandosi lungo le varie caselle e cavarsela in qualche modo, dalle situazioni difficili, evitando di assumere una posizione che possa compromettere i propri interessi; riscoprendo figure cardini e i mestieri attorno ai quali ruotava l’intera vita sociale della piccola comunità. Le dinamiche del gioco sono regolate da una serie di “Leggi”, attinenti alle riforme Leopoldine. Il gioco dunque sarà completo di tabellone, pedine, regolamento, valuta, elementi di corredo tridimensionali rappresentativi e funzionali al gioco. Il gioco da TAVOLO, ricalcando in vero un percorso realmente esistente, potrebbe essere svolto anche in loco in occasione di eventi, adattandolo opportunamente. Sarà replicato in versione semplificata in Piattaforma on-line permettendo di ampliare l’opportunità e la modalità di fruizione del progetto.

Rivolto a tutti
Organizzatore Istituto comprensivo statale "XIII Aprile" di Soci
Info Renato Ciofi Iannitelli 0575 560251; aric82200t@istruzione.it

Bibbiena (AR)

Da sabato 13 marzo a mercoledì 31 marzo 2021, ore 9 -17

Chiesa di San Lorenzo a Bibbiena, Via Bernardo Dovizi, 1

Un capolavoro svelato. Le compagnie laicali bibbienesi dalle origini alle Soppressioni di Pietro Leopoldo
Bellezza Svelata. Un capolavoro restituito

Mostra

Il ritrovamento presso il monastero di Camaldoli di un gonfalone processionale col Cristo eucaristico, appartenuto – stando al Vasari – a una «Fraternita di Bibbiena», offre l’occasione di indagare quel mondo variegato e complesso delle compagnie religiose laicali del capoluogo casentinese, che vide il tramonto con il motuproprio emanato dal Granduca Pietro Leopoldo fra il 21 e il 22 marzo del 1785. Il progetto, patrocinato e finanziato dalla Fondazione Camaldoli Cultura, dal Comune di Bibbiena e dall’Ente Parco Nazionale Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, prevede il restauro dell’opera (già avviato) e una sua presentazione ed esposizione a Bibbiena, in modo da offrire al pubblico un capolavoro del quale era stato privato a seguito delle Soppressioni leopoldine. L’opera verrà poi trasferita presso il Sacro Eremo di Camaldoli, dove resterà perpetuamente fruibile. È prevista anche la pubblicazione di un catalogo di pregio (260 pagine a colori, già in lavorazione), che vuole offrire, non soltanto una dettagliata relazione sul restauro, ma uno spaccato di quella realtà confraternale bibbienese che vide il suo tramonto proprio con il Granduca Pietro Leopoldo. Inoltre, gli altri numerosi contributi fanno luce sulle vicende storiche che hanno accompagnato l’evolversi delle arti figurative nel territorio casentinese lungo i primi decenni del ’500, ovvero durante il periodo di esecuzione del “gonfalone” bibbienese.

Rivolto a tutti
Organizzatore associazione culturale Mazzafirra
Info Michel Scipioni 0575 536022; 339 5394252 michelscipioni@gmail.com

Bibbiena (AR)

Lunedì 29 marzo 2021, ore 9.30-17.30

Centro creativo Casentino, via Umbro Casentinese 1

La Toscana terra di libertà: dall’abolizione della pena di morte ai nuovi diritti
Convegno

Giornata di studio per i giovani del casentino e per gli adulti, dedicata a presentare, informare e far conoscere, le importanti riforme che si sono attuate durante il Granducato di Toscana, politiche, sociali, economiche e sanitarie, ed in particolare la riforma del codice penale con l’abolizione della tortura e della pena di morte.

Rivolto a scuole secondarie
Organizzatore Centro Creativo Casentino Onlus
Info Annalisa Baracchi 055 2477641;335 5422255 annalisa.baracchi@progettisti-fi.it

Bibbiena (AR)

Venerdì 7 maggio 2021, ore 15

Bibbiena, pubblica via, via Berni

"Per la vostra e la nostra Libertà" - L'esercito Polacco a Bibbiena nel 1944
Inaugurazione affissione in via Berni

Mostra

Il 6 dicembre 1944 un carro armato sfila in via Berni, di fronte al Palazzo Comunale di Bibbiena. A bordo ci sono una bambina che indossa un paio di ali d’angelo e tiene tra le mani pacco regalo insieme ad un uomo, apparentemente vestito da vescovo. Si tratta in realta` di Mikolaj (San Nicola): il 6 dicembre, giorno della sua ricorrenza, e` anche il giorno in cui tradizionalmente il santo portava i doni ai bambini polacchi “San Nicola avrebbe dovuto andare a portare i doni ai bambini polacchi – dissero – ma ha trovato i soldati tedeschi ad impedirglielo, e cosi` si e` fermato qui a Bibbiena”. L’Archivio Digitale Nazionale (NAC) della Polonia conserva le foto di questo avvenimento, insieme alle altre relative alle attivita` delle operazioni dei soldati polacchi durante la guerra. L’Associazione Pro Centro Storico di Bibbiena si propone di approfondire gli eventi del passaggio delle truppe sovietiche a Bibbiena e le tracce lasciate da quell’evento simbolico sia dal punto di vista storico che da quello della memoria collettiva. I frutti della ricerca verranno stampati e presentati in una conferenza (anche tenuta in diretta streaming); verrà inoltre realizzata una stampa della foto del passaggio di San Nicola a Bibbiena da esporre in via Berni, proprio di fronte allo sbocco delle scale mobili, rappresentando cosi` un potenziale elemento di interesse anche dal punto di vista turistico.

Rivolto a tutti
Organizzatore Associazione autonoma Pro centro storico Bibbiena
Info Marco Giuseppe Menonna 339 2599183 menonna@gmail.com

Bibbiena (AR)

Venerdì 7 maggio 2021, ore 16

Salone delle Feste, Palazzo Comunale, via Berni, 25

"Per la vostra e la nostra Libertà" - L'esercito Polacco a Bibbiena nel 1944
Presentazione pubblicazione

Presentazione di libri

Il 6 dicembre 1944 un carro armato sfila in via Berni, di fronte al Palazzo Comunale di Bibbiena. A bordo ci sono una bambina che indossa un paio di ali d’angelo e tiene tra le mani pacco regalo insieme ad un uomo, apparentemente vestito da vescovo. Si tratta in realta` di Mikolaj (San Nicola): il 6 dicembre, giorno della sua ricorrenza, e` anche il giorno in cui tradizionalmente il santo portava i doni ai bambini polacchi “San Nicola avrebbe dovuto andare a portare i doni ai bambini polacchi – dissero – ma ha trovato i soldati tedeschi ad impedirglielo, e cosi` si e` fermato qui a Bibbiena”. L’Archivio Digitale Nazionale (NAC) della Polonia conserva le foto di questo avvenimento, insieme alle altre relative alle attivita` delle operazioni dei soldati polacchi durante la guerra. L’Associazione Pro Centro Storico di Bibbiena si propone di approfondire gli eventi del passaggio delle truppe sovietiche a Bibbiena e le tracce lasciate da quell’evento simbolico sia dal punto di vista storico che da quello della memoria collettiva. I frutti della ricerca verranno stampati e presentati in una conferenza (anche tenuta in diretta streaming); verrà inoltre realizzata una stampa della foto del passaggio di San Nicola a Bibbiena da esporre in via Berni, proprio di fronte allo sbocco delle scale mobili, rappresentando cosi` un potenziale elemento di interesse anche dal punto di vista turistico.

Rivolto a tutti
Organizzatore Associazione autonoma Pro centro storico Bibbiena
Info Marco Giuseppe Menonna 339 2599183 menonna@gmail.com

Castel Focognano (AR)

Venerdì 21 maggio 2021, ore 18

Scuola primaria di Rassina, Piattaforma G-Suite

Dal granducato della Toscana all’Agenda 2030: i diritti fondamentali della persona, ieri ed oggi
I diritti dell’ambiente e della persona

Mostra

In terra toscana nei vari secoli quei principi etici-civili che nutriranno la Carte nazionali ed internazionali hanno oggi ricaduta sull’Agenda 2030, strutturata in cinque aree di intervento, corrispondenti alle “5P” dello sviluppo sostenibile. Pertanto, anche in linea con l’introduzione all’educazione civica intende proporre dei percorsi di riflessione che pongano in relazione quanto veniva previsto all’interno del Granducato di Toscana con le sopra elencate aree dell’Agenda 2030, articolando i seguenti itinerari nei rispettivi ordini di scuola: - scuola dell’infanzia: sviluppo di competenze relazionali e prosociali attraverso la gestione degli spazi interni della scuola e l’analisi di brevi storie sociali drammatizzate, condotti dalla Nuova Accademia del Teatro d’Arte, che consentiranno di coinvolgere i bambini promuovendo le prime forme di discussione e restituire ai bambini una dimensione di appartenenza ed unità in nome dei valori sopra indicati; - scuola primaria: sviluppo di competenze prosociali attraverso la conoscenza approfondita di alcuni diritti della persona e in particolare i diritti dell’infanzia e della tutela ambientale; si tratta di proporre brevi rappresentazioni teatrali sempre affidate alla Nuova Accademia del Teatro d’Arte, che consentiranno attraverso anche percorsi di parodie con personaggi di fiabe, di coinvolgere i bambini nella trattazione delle tematiche; - scuola secondaria: sviluppo di competenze prosociali attraverso la conoscenza approfondi

Rivolto a scuole primarie, scuole secondarie, scuole dell'infanzia
Organizzatore Istituto comprensivo Guido Monaco
Info Cristina Giuntini 0575 591118; 338 4729839 ARIC82900L@ISTRUZIONE.IT

Castel Focognano (AR)

Venerdì 28 maggio 2021, ore 17.30

Scuola dell'infanzia di Rassina, Piattaforma G-Suite

Dal granducato della Toscana all’Agenda 2030: i diritti fondamentali della persona, ieri ed oggi
I diritti dei bambini

Mostra

In terra toscana nei vari secoli quei principi etici-civili che nutriranno la Carte nazionali ed internazionali hanno oggi ricaduta sull’Agenda 2030, strutturata in cinque aree di intervento, corrispondenti alle “5P” dello sviluppo sostenibile. Pertanto, anche in linea con l’introduzione all’educazione civica intende proporre dei percorsi di riflessione che pongano in relazione quanto veniva previsto all’interno del Granducato di Toscana con le sopra elencate aree dell’Agenda 2030, articolando i seguenti itinerari nei rispettivi ordini di scuola: - scuola dell’infanzia: sviluppo di competenze relazionali e prosociali attraverso la gestione degli spazi interni della scuola e l’analisi di brevi storie sociali drammatizzate, condotti dalla Nuova Accademia del Teatro d’Arte, che consentiranno di coinvolgere i bambini promuovendo le prime forme di discussione e restituire ai bambini una dimensione di appartenenza ed unità in nome dei valori sopra indicati; - scuola primaria: sviluppo di competenze prosociali attraverso la conoscenza approfondita di alcuni diritti della persona e in particolare i diritti dell’infanzia e della tutela ambientale; si tratta di proporre brevi rappresentazioni teatrali sempre affidate alla Nuova Accademia del Teatro d’Arte, che consentiranno attraverso anche percorsi di parodie con personaggi di fiabe, di coinvolgere i bambini nella trattazione delle tematiche; - scuola secondaria: sviluppo di competenze prosociali attraverso la conoscenza approfondi

Rivolto a scuole primarie, scuole secondarie, scuole dell'infanzia
Organizzatore Istituto comprensivo Guido Monaco
Info Cristina Giuntini 0575 591118; 338 4729839 ARIC82900L@ISTRUZIONE.IT

Castel Focognano (AR)

Sabato 29 maggio 2021, ore 17.30

Scuola secondaria di Rassina, Piattaforma G-Suite

Dal granducato della Toscana all’Agenda 2030: i diritti fondamentali della persona, ieri ed oggi
I diritti umani, una conquista dell’umanità

Mostra

In terra toscana nei vari secoli quei principi etici-civili che nutriranno la Carte nazionali ed internazionali hanno oggi ricaduta sull’Agenda 2030, strutturata in cinque aree di intervento, corrispondenti alle “5P” dello sviluppo sostenibile. Pertanto, anche in linea con l’introduzione all’educazione civica intende proporre dei percorsi di riflessione che pongano in relazione quanto veniva previsto all’interno del Granducato di Toscana con le sopra elencate aree dell’Agenda 2030, articolando i seguenti itinerari nei rispettivi ordini di scuola: - scuola dell’infanzia: sviluppo di competenze relazionali e prosociali attraverso la gestione degli spazi interni della scuola e l’analisi di brevi storie sociali drammatizzate, condotti dalla Nuova Accademia del Teatro d’Arte, che consentiranno di coinvolgere i bambini promuovendo le prime forme di discussione e restituire ai bambini una dimensione di appartenenza ed unità in nome dei valori sopra indicati; - scuola primaria: sviluppo di competenze prosociali attraverso la conoscenza approfondita di alcuni diritti della persona e in particolare i diritti dell’infanzia e della tutela ambientale; si tratta di proporre brevi rappresentazioni teatrali sempre affidate alla Nuova Accademia del Teatro d’Arte, che consentiranno attraverso anche percorsi di parodie con personaggi di fiabe, di coinvolgere i bambini nella trattazione delle tematiche; - scuola secondaria: sviluppo di competenze prosociali attraverso la conoscenza approfondi

Rivolto a scuole primarie, scuole secondarie, scuole dell'infanzia
Organizzatore Istituto comprensivo Guido Monaco
Info Cristina Giuntini 0575 591118; 338 4729839 ARIC82900L@ISTRUZIONE.IT

Castiglion fiorentino (AR)

Da martedì 2 marzo a venerdì 12 marzo 2021, ore 10 - 19

Teatro Comunale Mario Spina e online, via Trieste, 7

Libertà, Parità, Diversità
Laboratorio di Unterwasser e incontri con la cittadinanza

Laboratori didattici

In occasione dell’edizione 2020 della Festa della Toscana, l’associazione culturale CapoTrave/Kilowatt ha individuato tre temi cruciali intorno ai quali sviluppare un progetto artistico e di partecipazione attiva della città: libertà di espressione, parità tra generi e integrazione della diversità. Tra febbraio e marzo inviteremo tre gruppi di artisti presso il Teatro alla Misericordia di Sansepolcro, sede dell’associazione e del Centro di Residenza della Regione Toscana, dove chiederemo loro di sviluppare ciascuno uno specifico progetto di ricerca e lavoro che parta dai tre temi elencati. Da sempre il nostro impegno di operatori culturali si contraddistingue per il coinvolgimento del pubblico all’interno dei processi creativi. Ci piacerebbe che la Festa della Toscana diventasse per i cittadini di Sansepolcro e del nostro territorio occasione di riflessione profonda, attraverso un percorso organico che preveda l’interazione con tre diversi ensemble, in residenza ciascuno per una decina di giorni nel nostro Teatro alla Misericordia. I progetti coinvolti in questo percorso sono Untold di Unterwasser (teatro di figura – Milano) sulla libertà di espressione; Burning Play di Manuela Cherubini (teatro - Roma) che riflette sulla parità di genere; Il mondo altrove di Nicola Galli (danza - Ravenna), un invito all’integrazione dello straniero.

Rivolto a tutti, scuole primarie, scuole secondarie
Organizzatore Associazione culturale Capotrave/Kilowatt
Info alessandro marini 0575 733063;334 3425268 alessandro.marini@kilowattfestival.it

Chitignano (AR)

Mercoledì 26 maggio 2021, ore 17.30

Scuola dell'infanzia di Chitignano, Piattaforma G-Suite

Dal granducato della Toscana all’Agenda 2030: i diritti fondamentali della persona, ieri ed oggi
I diritti dei bambini

Mostra

In terra toscana nei vari secoli quei principi etici-civili che nutriranno la Carte nazionali ed internazionali hanno oggi ricaduta sull’Agenda 2030, strutturata in cinque aree di intervento, corrispondenti alle “5P” dello sviluppo sostenibile. Pertanto, anche in linea con l’introduzione all’educazione civica intende proporre dei percorsi di riflessione che pongano in relazione quanto veniva previsto all’interno del Granducato di Toscana con le sopra elencate aree dell’Agenda 2030, articolando i seguenti itinerari nei rispettivi ordini di scuola: - scuola dell’infanzia: sviluppo di competenze relazionali e prosociali attraverso la gestione degli spazi interni della scuola e l’analisi di brevi storie sociali drammatizzate, condotti dalla Nuova Accademia del Teatro d’Arte, che consentiranno di coinvolgere i bambini promuovendo le prime forme di discussione e restituire ai bambini una dimensione di appartenenza ed unità in nome dei valori sopra indicati; - scuola primaria: sviluppo di competenze prosociali attraverso la conoscenza approfondita di alcuni diritti della persona e in particolare i diritti dell’infanzia e della tutela ambientale; si tratta di proporre brevi rappresentazioni teatrali sempre affidate alla Nuova Accademia del Teatro d’Arte, che consentiranno attraverso anche percorsi di parodie con personaggi di fiabe, di coinvolgere i bambini nella trattazione delle tematiche; - scuola secondaria: sviluppo di competenze prosociali attraverso la conoscenza approfondi

Rivolto a scuole primarie, scuole secondarie, scuole dell'infanzia
Organizzatore Istituto comprensivo Guido Monaco
Info Cristina Giuntini 0575 591118; 338 4729839 ARIC82900L@ISTRUZIONE.IT

Chiusi della Verna (AR)

Mercoledì 26 maggio 2021, ore 18

Scuola primaria di Chiusi/Chitignano, Piattaforma G-Suite

Dal granducato della Toscana all’Agenda 2030: i diritti fondamentali della persona, ieri ed oggi
I diritti dell’ambiente e della persona

Mostra

In terra toscana nei vari secoli quei principi etici-civili che nutriranno la Carte nazionali ed internazionali hanno oggi ricaduta sull’Agenda 2030, strutturata in cinque aree di intervento, corrispondenti alle “5P” dello sviluppo sostenibile. Pertanto, anche in linea con l’introduzione all’educazione civica intende proporre dei percorsi di riflessione che pongano in relazione quanto veniva previsto all’interno del Granducato di Toscana con le sopra elencate aree dell’Agenda 2030, articolando i seguenti itinerari nei rispettivi ordini di scuola: - scuola dell’infanzia: sviluppo di competenze relazionali e prosociali attraverso la gestione degli spazi interni della scuola e l’analisi di brevi storie sociali drammatizzate, condotti dalla Nuova Accademia del Teatro d’Arte, che consentiranno di coinvolgere i bambini promuovendo le prime forme di discussione e restituire ai bambini una dimensione di appartenenza ed unità in nome dei valori sopra indicati; - scuola primaria: sviluppo di competenze prosociali attraverso la conoscenza approfondita di alcuni diritti della persona e in particolare i diritti dell’infanzia e della tutela ambientale; si tratta di proporre brevi rappresentazioni teatrali sempre affidate alla Nuova Accademia del Teatro d’Arte, che consentiranno attraverso anche percorsi di parodie con personaggi di fiabe, di coinvolgere i bambini nella trattazione delle tematiche; - scuola secondaria: sviluppo di competenze prosociali attraverso la conoscenza approfondi

Rivolto a scuole primarie, scuole secondarie, scuole dell'infanzia
Organizzatore Istituto comprensivo Guido Monaco
Info Cristina Giuntini 0575 591118; 338 4729839 ARIC82900L@ISTRUZIONE.IT

Chiusi della Verna (AR)

Giovedì 27 maggio 2021, ore 17.30

Scuola dell'infanzia di Corsalone, Piattaforma G-Suite

Dal granducato della Toscana all’Agenda 2030: i diritti fondamentali della persona, ieri ed oggi
I diritti dei bambini

Mostra

In terra toscana nei vari secoli quei principi etici-civili che nutriranno la Carte nazionali ed internazionali hanno oggi ricaduta sull’Agenda 2030, strutturata in cinque aree di intervento, corrispondenti alle “5P” dello sviluppo sostenibile. Pertanto, anche in linea con l’introduzione all’educazione civica intende proporre dei percorsi di riflessione che pongano in relazione quanto veniva previsto all’interno del Granducato di Toscana con le sopra elencate aree dell’Agenda 2030, articolando i seguenti itinerari nei rispettivi ordini di scuola: - scuola dell’infanzia: sviluppo di competenze relazionali e prosociali attraverso la gestione degli spazi interni della scuola e l’analisi di brevi storie sociali drammatizzate, condotti dalla Nuova Accademia del Teatro d’Arte, che consentiranno di coinvolgere i bambini promuovendo le prime forme di discussione e restituire ai bambini una dimensione di appartenenza ed unità in nome dei valori sopra indicati; - scuola primaria: sviluppo di competenze prosociali attraverso la conoscenza approfondita di alcuni diritti della persona e in particolare i diritti dell’infanzia e della tutela ambientale; si tratta di proporre brevi rappresentazioni teatrali sempre affidate alla Nuova Accademia del Teatro d’Arte, che consentiranno attraverso anche percorsi di parodie con personaggi di fiabe, di coinvolgere i bambini nella trattazione delle tematiche; - scuola secondaria: sviluppo di competenze prosociali attraverso la conoscenza approfondi

Rivolto a scuole primarie, scuole secondarie, scuole dell'infanzia
Organizzatore Istituto comprensivo Guido Monaco
Info Cristina Giuntini 0575 591118; 338 4729839 ARIC82900L@ISTRUZIONE.IT

Chiusi della Verna (AR)

Giovedì 27 maggio 2021, ore 18

Scuola primaria di Corezzo, Piattaforma G-Suite

Dal granducato della Toscana all’Agenda 2030: i diritti fondamentali della persona, ieri ed oggi
I diritti dell’ambiente e della persona

Mostra

In terra toscana nei vari secoli quei principi etici-civili che nutriranno la Carte nazionali ed internazionali hanno oggi ricaduta sull’Agenda 2030, strutturata in cinque aree di intervento, corrispondenti alle “5P” dello sviluppo sostenibile. Pertanto, anche in linea con l’introduzione all’educazione civica intende proporre dei percorsi di riflessione che pongano in relazione quanto veniva previsto all’interno del Granducato di Toscana con le sopra elencate aree dell’Agenda 2030, articolando i seguenti itinerari nei rispettivi ordini di scuola: - scuola dell’infanzia: sviluppo di competenze relazionali e prosociali attraverso la gestione degli spazi interni della scuola e l’analisi di brevi storie sociali drammatizzate, condotti dalla Nuova Accademia del Teatro d’Arte, che consentiranno di coinvolgere i bambini promuovendo le prime forme di discussione e restituire ai bambini una dimensione di appartenenza ed unità in nome dei valori sopra indicati; - scuola primaria: sviluppo di competenze prosociali attraverso la conoscenza approfondita di alcuni diritti della persona e in particolare i diritti dell’infanzia e della tutela ambientale; si tratta di proporre brevi rappresentazioni teatrali sempre affidate alla Nuova Accademia del Teatro d’Arte, che consentiranno attraverso anche percorsi di parodie con personaggi di fiabe, di coinvolgere i bambini nella trattazione delle tematiche; - scuola secondaria: sviluppo di competenze prosociali attraverso la conoscenza approfondi

Rivolto a scuole primarie, scuole secondarie, scuole dell'infanzia
Organizzatore Istituto comprensivo Guido Monaco
Info Cristina Giuntini 0575 591118; 338 4729839 ARIC82900L@ISTRUZIONE.IT

Chiusi della Verna (AR)

Giovedì 27 maggio 2021, ore 17.30

Scuola dell'infanzia di Corezzo, Piattaforma G-Suite

Dal granducato della Toscana all’Agenda 2030: i diritti fondamentali della persona, ieri ed oggi
I diritti dei bambini

Mostra

In terra toscana nei vari secoli quei principi etici-civili che nutriranno la Carte nazionali ed internazionali hanno oggi ricaduta sull’Agenda 2030, strutturata in cinque aree di intervento, corrispondenti alle “5P” dello sviluppo sostenibile. Pertanto, anche in linea con l’introduzione all’educazione civica intende proporre dei percorsi di riflessione che pongano in relazione quanto veniva previsto all’interno del Granducato di Toscana con le sopra elencate aree dell’Agenda 2030, articolando i seguenti itinerari nei rispettivi ordini di scuola: - scuola dell’infanzia: sviluppo di competenze relazionali e prosociali attraverso la gestione degli spazi interni della scuola e l’analisi di brevi storie sociali drammatizzate, condotti dalla Nuova Accademia del Teatro d’Arte, che consentiranno di coinvolgere i bambini promuovendo le prime forme di discussione e restituire ai bambini una dimensione di appartenenza ed unità in nome dei valori sopra indicati; - scuola primaria: sviluppo di competenze prosociali attraverso la conoscenza approfondita di alcuni diritti della persona e in particolare i diritti dell’infanzia e della tutela ambientale; si tratta di proporre brevi rappresentazioni teatrali sempre affidate alla Nuova Accademia del Teatro d’Arte, che consentiranno attraverso anche percorsi di parodie con personaggi di fiabe, di coinvolgere i bambini nella trattazione delle tematiche; - scuola secondaria: sviluppo di competenze prosociali attraverso la conoscenza approfondi

Rivolto a scuole primarie, scuole secondarie, scuole dell'infanzia
Organizzatore Istituto comprensivo Guido Monaco
Info Cristina Giuntini 0575 591118; 338 4729839 ARIC82900L@ISTRUZIONE.IT

Chiusi della Verna (AR)

Lunedì 31 maggio 2021, ore 18

Scuola primaria di Corsalone, Piattaforma G-Suite

Dal granducato della Toscana all’Agenda 2030: i diritti fondamentali della persona, ieri ed oggi
I diritti dell’ambiente e della persona

Mostra

In terra toscana nei vari secoli quei principi etici-civili che nutriranno la Carte nazionali ed internazionali hanno oggi ricaduta sull’Agenda 2030, strutturata in cinque aree di intervento, corrispondenti alle “5P” dello sviluppo sostenibile. Pertanto, anche in linea con l’introduzione all’educazione civica intende proporre dei percorsi di riflessione che pongano in relazione quanto veniva previsto all’interno del Granducato di Toscana con le sopra elencate aree dell’Agenda 2030, articolando i seguenti itinerari nei rispettivi ordini di scuola: - scuola dell’infanzia: sviluppo di competenze relazionali e prosociali attraverso la gestione degli spazi interni della scuola e l’analisi di brevi storie sociali drammatizzate, condotti dalla Nuova Accademia del Teatro d’Arte, che consentiranno di coinvolgere i bambini promuovendo le prime forme di discussione e restituire ai bambini una dimensione di appartenenza ed unità in nome dei valori sopra indicati; - scuola primaria: sviluppo di competenze prosociali attraverso la conoscenza approfondita di alcuni diritti della persona e in particolare i diritti dell’infanzia e della tutela ambientale; si tratta di proporre brevi rappresentazioni teatrali sempre affidate alla Nuova Accademia del Teatro d’Arte, che consentiranno attraverso anche percorsi di parodie con personaggi di fiabe, di coinvolgere i bambini nella trattazione delle tematiche; - scuola secondaria: sviluppo di competenze prosociali attraverso la conoscenza approfondi

Rivolto a scuole primarie, scuole secondarie, scuole dell'infanzia
Organizzatore Istituto comprensivo Guido Monaco
Info Cristina Giuntini 0575 591118; 338 4729839 ARIC82900L@ISTRUZIONE.IT
12345678910

Responsabilità dei contenuti e aggiornamenti a cura dei soggetti proponenti

Seleziona

Cerca


Edizione

Provincia di svolgimento

Comune di svolgimento

Tipologia iniziativa

Dalla data

 

Alla data

 
 
 

Riferimenti

Settore Rappresentanza e relazioni istituzionali esterne. Comunicazione, URP e Tipografia
Anna Giulia Fazzini  055 238 7778
Daniele Graziani  055 238 7635
Nicoletta Giustino  055 238 7501
Cinzia Sestini  055 238 7285
festadellatoscana@consiglio.regione.toscana.it

numero verde 800 401 291