Per migliorare l'esperienza di navigazione delle pagine e di fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Per informazioni sui cookie dei siti di Regione Toscana e su come eventualmente disabilitarli, leggi le  Cookie policy
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque altro link nella pagina acconsenti all'uso dei cookie.

CORECOM - Comitato Regionale per le Comunicazioni


Internet e minori: Giani, sosterremo Centro di formazione

Centro nazionale di formazione per insegnanti di Firenze: presentato il bilancio del primo anno di attività dal presidente del Corecom Vannini, dalla presidente dell'Istituto degli Innocenti Maggi e da Gianassi dell'Agcom


Referendum 4 dicembre: par condicio

Con la pubblicazione della Delibera Agcom n. 448/16/CONS sulla Gazzetta Ufficiale del 10 ottobre 2016 entrano in vigore le disposizioni di attuazione della par condicio in vista del referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre.
Elenco delle emittenti radiotelevisive locali che hanno manifestato la loro disponibilità alla messa in onda dei MAG.
Venerdì 4 novembre 2016 alle ore 11.00 si è svolto il sorteggio per la messa in onda dei MAG presso la sede del Corecom Toscana.
Elenco dei soggetti politici referendari
Monitoraggio TGR Toscana
Report settimana 17-23 ottobre
Report settimana 24-30 ottobre
Report settimana 31 ottobre-6 novembre
Report settimana 7-13 novembre
Report settimana 14-20 novembre
Report settimana 21-27 novembre
Dati aggregati dal 17 ottobre al 27 novembre


Corecom: sicurezza stradale, premiati gli spot migliori

Presentati i vincitori del concorso "Toscana in spot" 2016. Giani: "Un'iniziativa efficace per un tema veramente importante". Vannini: "Grande partecipazione e un ottimo livello"
Guarda tutti i video partecipanti al bando nella playlist del canale Youtube del Corecom Toscana.
 


Immigrazione, stereotipi, hate speech: richiamo Agcom ai media

L'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, con la Delibera 424/16/CONS, ha emanato un atto di indirizzo agli operatori dei media al fine di garantire nei programmi audiovisivi e radiofonici il rispetto della dignità della persona e del principio di non discriminazione, in particolare nella trattazione dei fenomeni migratori e delle diversità etnico-religiose.