Home » Riapertura dal 16 giugnoIndietro  
Immagine


Siamo lieti di comunicarvi che la Biblioteca della Toscana Pietro Leopoldo riapre martedì 16 giugno 2020, solo su prenotazione, limitatamente all’area del bancone accoglienza per il ritiro dei volumi prenotati e la restituzione dei volumi in prestito.

Per qualsiasi dubbio o informazione contattateci: biblioteca@consiglio.regione.toscana.it.

Accesso e nuovo orario di apertura - Servizi attivi -  Più libri a casa tua -  Iscrizione a distanza -  Prenotazione del proprio turno -  Prenotazione dei libri - Misure precauzionali - Servizi digitali


 

Accesso e nuovo orario di apertura


La riapertura prevede un nuovo orario: ore 9-13 da lunedì a venerdì.
Si può accedere solo su appuntamento: prenota il tuo accesso dal form di prenotazione online.

Al momento riapre solo la sede principale di Palazzo Cerretani, piazza dell’Unità italiana, 1 – Firenze. La sede di Novoli per il momento rimane chiusa.

 

Servizi attivi: prestito e restituzione


Per il momento sono garantiti i servizi di restituzione e di prestito di libri, previa prenotazione dell'accesso in biblioteca.
Per ridurre al minimo i tempi di permanenza all’interno della struttura, il prestito è riservato ai libri che gli utenti hanno già richiesto/prenotato. 

In questa prima fase è dunque possibile prenotare e ritirare esclusivamente i documenti presenti all’interno della Biblioteca della Toscana Pietro Leopoldo, nella sede di Palazzo Cerretani.
Le sale di lettura, il punto ristoro e tutti gli altri spazi della biblioteca rimangono al momento chiusi. In caso di necessità è consentito l’uso dei bagni da parte dell’utenza.

Il prestito interbibliotecario riprende dal 1 luglio 2020.
Tutti gli eventi e le attività continuano ad essere sospesi fino alla conclusione dell’emergenza, come anche l’accettazione dei libri in dono.

 

Più libri a casa tua


Da giugno 2020 si possono prendere a prestito fino a 10 libri contemporaneamente.
Temporaneamente è possibile prendere in prestito per soli 3 giorni anche i libri che prima erano esclusi dal prestito: manuali e codici.

 

Iscrizione a distanza


La biblioteca si è attivata per istituire una nuova modalità di iscrizione: l’iscrizione a distanza.
È possibile iscriversi alla biblioteca compilando il modulo di iscrizione che si trova sul nostro sito, nella sezione Servizi - Iscrizione.
Una volta compilato e firmato il modulo va scansionato (o fotografato) e inviato a: biblioteca@consiglio.regione.toscana.it, allegando la copia di un documento di identità valido.

 

Prenotazione del proprio turno di ingresso


L’accesso alla biblioteca -  anche solo per restituire - è possibile esclusivamente previa prenotazione on line.
Si prevede un intervallo di 10 minuti tra un utente e l’altro. Raccomandiamo la massima puntualità.

 

Prenotazione dei libri da prendere in prestito


I libri possono essere presi in prestito esclusivamente se prenotati con queste modalità:
1. direttamente dal nostro catalogo on line;
2. direttamente dalla app Cobire;
3. scrivendo a biblioteca@consiglio.regione.toscana.it;
4. telefonando al numero 055.438.3813 oppure 055.238.7074 / 7799 / 7017 / 7819;
5. contestualmente alla prenotazione dell’accesso alla biblioteca  con la nuova procedura on line.

 

Misure precauzionali 


L’accesso è permesso ad un singolo visitatore per volta, dopo la misurazione della temperatura: in caso di temperatura superiore a 37,5°C, non sarà consentito l’accesso alla sede.
I visitatori devono sempre indossare la mascherina protettiva che copra bocca e naso, sanificarsi le mani con il gel igienizzante posto all’ingresso della biblioteca, nonché rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di 1,8 m.
L’uscita dalla biblioteca è separata dall’entrata: una segnaletica dedicata indica il nuovo percorso da seguire.

 

Servizi digitali


La biblioteca si è attivata per:

- potenziare i servizi bibliotecari all’utenza in modalità web-oriented, anche attraverso punti di
  accesso facilitati, come la pagina #InDigitale;
- implementare le modalità di fruizione online del catalogo di rete Cobire da parte degli
  utenti, per promuovere le collezioni e l’accesso ad esse e di potenziare i servizi da remoto,
  in particolare di piattaforme digitali (come ReteIndaco);
- fornire documentazione in formato digitale dove possibile.

 


Vi aspettiamo!



Contenuto aggiornato al 8 luglio 2020