Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

COMUNICATO STAMPA  n. 1031


Economia: aumento prezzo gas, limitare impatto su cittadini e famiglie

Approvata mozione del gruppo Pd, prima firmataria la presidente della commissione Sviluppo economico Ilaria Bugetti

 

di Federica Cioni e Cecilia Meli, 13 ottobre 2021

 

Il forte aumento del gas per autotrazione è al centro della mozione presentata dal gruppo Pd in Consiglio regionale, prima firmataria la presidente della commissione Sviluppo economico Ilaria Bugetti. L’atto è stato approvato con voto unanime dal Consiglio.
 
Come ha spiegato Bugetti illustrando l’atto in aula “si chiede di attivarsi nei confronti del Governo per assumere provvedimenti che limitino l’impatto del rincaro su cittadini e famiglie”. In particolar modo “sul tessuto sociale e produttivo anche per scongiurare rallentamenti e blocchi della ripartenza economica, in una fase come quella attuale caratterizzata dalle criticità post pandemia e che si colloca a monte degli interventi di rilancio che dovranno essere previsti in attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza e della prossima programmazione comunitaria”.
 
Secondo Alessandro Capecchi (FdI) “serve una pronta rivisitazione del piano energetico regionale”, e, dato che l’accisa regionale pesa per 50 milioni all’anno, “sarebbe bene dare un segnale di sostegno alle categorie maggiormente penalizzate”.
 
Marco Stella(Fi) ha annunciato voto favorevole “a una mozione che è del tutto inutile”. “I rincari – ha spiegato – sono dovuti a una politica europea scellerata e a relazioni industriali e internazionali”.
 
L’intervento di Silvia Noferi (M5S) ha voluto sfatare “il mito che i costi della bolletta siano dovuti alla transizione ecologica”. “C’è stata una pandemia che ha ridotto le richieste – ha spiegato – adesso con la ripresa si assiste a un forte incremento della domanda e quindi all’aumento dei prezzi”.

Responsabilità di contenuti, immagini e aggiornamenti a cura dell'Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Toscana

Seleziona comunicati

Cerca

Anno

Data

dal      al     

Argomento

 

Condividi