Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

COMUNICATO STAMPA  n. 0927


Protesta no vax: Mazzeo, le loro minacce non ci fanno paura

Il presidente del Consiglio regionale: “Ho visto dall'alto anche un segno che è rappresentativo della furia nazista e paragonare i vaccini, che sono libertà, a quel simbolo è qualcosa davvero di sgradevole e grave”

 

di Emmanuel Milano, 14 settembre 2021

 

“È tempo di ridare alle persone la libertà e quella libertà passa attraverso la vaccinazione. Oggi, sotto al Consiglio Regionale, si è radunato un gruppo di no-vax e se è giusto che ognuno possa esercitare il proprio diritto al dissenso, offese, insulti, minacce e istigazione alla violenza non sono tollerabili. Ho visto dall'alto anche una svastica nazista e paragonare i vaccini, che sono libertà, a quel simbolo è qualcosa davvero di sgradevole, di grave. Ma noi non ci fermiamo, le loro minacce non ci fanno paura”. Così il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo ha commentato la manifestazione dei no vax sotto la sede dell’Assemblea legislativa toscana. 

“Penso che oggi – ha aggiunto Mazzeo – noi abbiamo un grande compito, che è quello di cercare di restituire ai cittadini la piena libertà e questo può passare solo attraverso i vaccini. Vi dico due numeri, che per me sono fondamentali: in questa settimana ci sono state 23 persone che in Toscana, purtroppo, sono finite in terapia intensiva. Di queste, venti non erano vaccinate e un terzo ha meno di quarant’anni. I numeri contano e questi dimostrano che noi dobbiamo continuare con forza questa campagna vaccinale. Non saranno certo le urla e le minacce a non farci andare avanti spediti in questa direzione”.

Il presidente si è poi soffermato sul nuovo regolamento interno, approvato dall'ufficio di presidenza, che inserisce l'obbligo di green pass per l'accesso in presenza all'aula consiliare, alle commissioni e a tutti gli eventi istituzionali che saranno organizzati all'interno del palazzo. “Era un impegno che avevo preso – ha concluso Mazzeo – e credo che noi per primi dobbiamo dare esempio di responsabilità verso l'esterno. Sono contento che tutti i colleghi oggi presenti in Consiglio regionale abbiano partecipato utilizzando il green pass. In quel regolamento siamo andati un po' oltre. Diciamo che in tutte le riunioni che vengono effettuate all'interno del Consiglio regionale, chi parteciperà dovrà essere munito di green pass. Credo che sia una delle posizioni più avanzate in questo momento. Ringrazio tutti i gruppi politici per aver supportato questa proposta e credo che ognuno di noi debba fare la sua parte”.

Responsabilità di contenuti, immagini e aggiornamenti a cura dell'Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Toscana

Materiali multimediali

Dichiarazioni, interviste, foto e altri contributi


L'intervista al presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo

Seleziona comunicati

Cerca

Anno

Data

dal      al     

Argomento

 

Condividi