Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

COMUNICATO STAMPA  n. 0809


Eventi: il saluto di Mazzeo a ‘Con-vivere Carrara Festival’, nel ricordo di Remo Bodei

Presentata a palazzo del Pegaso la manifestazione che si terrà nel centro di Carrara dal 9 al 12 settembre. Mazzeo: “Il tema della cura nodo da sciogliere per determinare il futuro dopo la pandemia”. Il programma della manifestazione presentato questa mattina a palazzo del Pegaso

 

di Sandro Bartoli, 21 luglio 2021

 

“La cura è un tema difficile e quanto mai attuale, una sfida che chiama direttamente in causa anche la politica, un nodo fondamentale che dobbiamo sciogliere per determinare il futuro, dopo lo tsunami sanitario, sociale, economico prodotto dalla pandemia. Giusto ricordare il monito di Papa Francesco: solo gli illusi possono pensare di vivere sani in un mondo malato”. Il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Antonio Mazzeo, interviene alla presentazione della sedicesima edizione di Con-vivere Carrara Festival, che si è tenuta questa mattina al palazzo del Pegaso. Lo fa con un appassionato ricordo di Remo Bodei, morto due anni fa, che del festival è stato il padre fondatore e ne ha curato le prime quattordici edizioni. “Filosofo e uomo di cultura, Remo Bodei ha segnato la vita di tante e tanti di noi. Ho avuto la fortuna di conoscerlo nella mia esperienza istituzionale e negli anni di studio universitaria a Pisa. Un grande pensatore capace di attualizzare la storia e di guardare al di là del presente, un uomo che sapeva stare all'altezza degli occhi delle persone dal politico all'imprenditore al giovane studente. Oggi a lui va il nostro ringraziamento, anche per questo Festival, che è importante per tutti i toscani e per tutta la Toscana”.

Con-vivere Carrara Festival si terrà nel centro della città apuana dal 9 al 12 settembre. È promosso da un Comitato composto da Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara (ente capofila), Comune di Carrara, Accademia di Belle Arti di Carrara, Camera di Commercio di Massa Carrara, Fondazione Marmo Onlus. Ha il patrocinio della Regione Toscana e della Provincia di Massa Carrara. Il festival è pensato come momento di scambio di idee con una prospettiva multidisciplinare, che va dalla filosofia alla storia e alla sociologia, dall’antropologia alla comunicazione, dall’economia alla politica e all’attualità, proponendo un calendario intenso e vario, per coinvolgere pubblici trasversali per età, cultura di base, provenienza sociale, attraverso conferenze, dibattiti, musica, danza, teatro, film, mostre, spazio bambini, degustazioni e laboratori di cucina, menu a tema nei ristoranti del centro storico e con il programma ‘Carraraperta’ per visitare la città.

Mazzeo vuole rivolgere un ringraziamento anche al consigliere Giacomo Bugliani, che questa mattina non ha potuto essere presente per impegni istituzionali. “So quanto Bugliani tenesse a questa presentazione in Consiglio regionale e davvero Con-vivere risponde perfettamente al nostro spirito, che è quello di ridurre sempre di più la distanza tra le istituzioni e i cittadini. La nostra sarà sempre di più una casa aperta a tutti, la casa di tutte le cittadine e di cittadini della toscana non solo di coloro che vivono vicino a Firenze”.

“Nei nostri intendimenti, sarà il Festival della ripartenza, di una nuova prospettiva di futuro”, dice il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, Enrico Isoppi, che ritiene la manifestazione “ormai pronta ad andare più in là della sua consolidata dimensione”. Una manifestazione alla quale “ormai non manca nulla per essere all’altezza di più grandi festival italiani”, concorda in un videomessaggio il filosofo Telmo Pievani, consulente scientifico di questa edizione di Conv-vivere. Il consigliere regionale Giacomo Bugliani, in un video messaggio, rivolge “un ringraziamento alla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, perché tutti gli anni, con Con-vivere, rallegra la nostra comunità, la città di Carrara e tutta la nostra provincia”. Un Festival, aggiunge Bugliani, “che ormai si fa apprezzare anche a livello internazionale e ogni anno ci offre importanti occasioni di riflessione. Il tema di quest’anno è particolarmente suggestivo, quello della cura. Un tema di grande attualità che impegna ciascuno di noi, a cominciare da chi, come me, svolge un ruolo istituzionale. Sono certo – conclude il presidente della commissione Affari istituzionali del Consiglio regionale – che quelli di Con-vivere saranno giorni molto importanti per la città di Carrara. Ringrazio gli organizzatori, ai quali faccio un grande in bocca al lupo per l’ambizioso progetto che li aspetta”.

La ‘cura’ sarà appunto al centro della sedicesima edizione di Con-vivere Carrara Festival. L’iniziativa che nasce innanzitutto dalla volontà di continuare l’indagine sugli elementi fondanti il nostro vivere in comunità, quest’anno ruota attorno al tema diventato oggi centrale con l’arrivo della pandemia, che non si è ancora conclusa. Si parla non solo della cura come terapia, ma anche dell’aver cura di noi, degli altri e di ciò che ci circonda. In programma appuntamenti di parola con conferenze e incontri e creativi con musica ed eventi.

“Il programma di parola” vedrà la partecipazione, tra gli altri, dei filosofi Telmo Pievani, Salvatore Natoli, Michela Marzano, Nicla Vassallo dello psicanalista Vittorio Lingiardi, dello Marco Malvaldi, della sociologa Chiara Saraceno, che ha diretto il festival lo scorso anno, della scrittrice Chiara Gamberale, del professor Salvatore Settis.

“Il programma creativo” sarà arricchito da Simone Cristicchi, in concerto giovedì 9 settembre, dal trio Peppe Servillo Javier Girotto e Natalio Mangalavite, domenica 12 settembre, e da una serata omaggio dedicata a Franco Battiato, morto nel mese di maggio.

Il programma del festival sarà ulteriormente arricchito da altri appuntamenti: laboratori e letture per lo spazio bambini, gli appuntamenti di cucina con l’Istituto Alberghiero di Marina di Massa e l’Associazione Amici dell’Alberghiero di Bagnone, esposizioni e iniziative del programma ‘Carraraperta’. L’Accademia di Belle Arti di Carrara inaugurerà proprio nei giorni del festival una mostra di allievi e professori dal titolo “Accurataménte”. Gli eventi sono tutti a ingresso gratuito All’incontro con i giornalisti sono intervenuti anche la direttrice del festival Emanuela Mazzi e il responsabile ufficio stampa Maurizio Quattrini.

Le prenotazioni saranno aperte dal 23 agosto. Infoline: 0585 55249, info@con-vivere.it, www.con-vivere.it

Responsabilità di contenuti, immagini e aggiornamenti a cura dell'Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Toscana

Materiali multimediali

Dichiarazioni, interviste, foto e altri contributi


La dichiarazione del presidente del Consiglio regionale, Antonio Mazzeo


La dichiarazione del consigliere Giacomo Bugliani


La dichiarazione di Enrico Isoppi. presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara


La dichiarazione della direttrice del Festival, Emanuela Mazzi

Seleziona comunicati

Cerca

Anno

Data

dal      al     

Argomento

 

Condividi