Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

COMUNICATO STAMPA  n. 0473


Pianeta Galileo: riparte il ciclo ‘Primo incontro con la scienza’

Mercoledì 5 maggio alle 10.30 la presentazione del libro ‘L’ultimo orizzonte’ di Amedeo Balbi. La discussione si terrà in modalità telematica nel rispetto delle misure di contrasto alla pandemia

 

di Federica Cioni ed Emmanuel Milano, 4 maggio 2021

 

Riparte domani, mercoledì 5 maggio, la formula ormai più che decennale di ‘Primo incontro con la scienza’ il progetto di Pianeta Galileo per leggere, discutere, elaborare opere di divulgazione scientifica con studenti delle scuole superiori.
Il primo dei sei incontri che si terranno in modalità videoconferenza nel rispetto delle misure di contrasto alla pandemia, sarà con Amedeo Balbi per l’analisi del volume ‘L’ultimo orizzonte’.
 
I prossimi appuntamenti già in calendario saranno per mercoledì 6 maggio alle 11 con Vincenzo Manca e il suo ‘Un meraviglioso accidente’, 14 maggio alle 10.30 con Filippo Giorgi e ‘L'uomo e la farfalla. Sei domande su cui riflettere per comprendere i cambiamenti climatici’, 18 maggio alle 11 con Guido Tonelli e il volume‘Genesi’, 17 maggio alle 10.30 con Guido Barbujani ‘Sillabario di genetica per principianti’, il 19 maggio alle 10.30 con Barbara Mazzolai e il libro ‘La natura geniale. Come e perché le piante cambieranno (e salveranno) il pianeta’.
 
Le videoconferenze si terranno sulle piattaforme informatiche messe a disposizione dalle università partner. Pianeta Galileo è il progetto promosso dal Consiglio regionale che ogni anno offre alle scuole secondarie di secondo grado della Toscana occasioni di conoscenza e di approfondimento. Nato da un accordo di collaborazione con gli atenei toscani e con l’Ufficio scolastico regionale, siglato nel 2004, e da allora ciclicamente rinnovato, continua nella sua opera di diffusione della cultura scientifica attraverso appuntamenti ricorrenti dalle lezioni incontro alle lezioni a due voci.
 
Motore del progetto è il comitato tecnico-scientifico, del quale fanno parte rappresentanti del mondo universitario e dell’Ufficio scolastico regionale, vero e proprio laboratorio che propone i contenuti e l’offerta del programma annuale. Ma i veri protagonisti del mondo di Pianeta Galileo sono gli studenti e i docenti delle scuole, la cui attiva partecipazione è il banco di prova per il successo dell’iniziativa.

Responsabilità di contenuti, immagini e aggiornamenti a cura dell'Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Toscana

Seleziona comunicati

Cerca

Anno

Data

dal      al     

Argomento

 

Condividi