Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

Comunicati stampa gruppi politici

Lega Toscana - Salvini Premier - 8 gennaio 2022

Tozzi (Lega): "Rischio crac sanità in Toscana, intervenga il Governo"

“La situazione Covid in Toscana sta precipitando, siamo prossimi al punto di non ritorno nonostante due anni di sacrifici di operatori della sanità, cittadini, imprese. Rischiamo il crac e non sarebbe né saggio né onesto nasconderselo. Varrà quindi la pena ricordare come questo caos - i toscani abbandonati, gli ospedali che stanno per cedere, la scuola che rischia di non ripartire, le aziende di chiudere – sia frutto della clamorosa marcia indietro della Regione Toscana, la quale prima chiude gli hub e poi li riapre; prima congela i tracciamenti salvo poi accorgersi della loro essenzialità senza più avere personale; prima chiede alle Asl di far economia 'per salvare i conti' e poi chiede alle stesse Asl ed aziende ospedaliere 'nuovi sforzi' per nuovi posti letto. Un'insipienza politico-gestionale intollerabile”. Così la consigliera regionale della Lega Elisa Tozzi sulla grave situazione della sanità toscana.
“Sono certa che questa marcia indietro ci costerà ancora e sempre di più, così come mi pare ormai assodato che la maggioranza non sia in grado di correggere la rotta sulle difficoltà dei medici di famiglia e su una medicina territoriale che sostiene solo a parole – aggiunge Tozzi -. Perchè il punto, in fondo, è uno solo: quanta autonomia ha ancora in termini finanziari e di 'capitale umano' il nostro sistema sanitario?”.
“In attesa di risposte da Palazzo del Pegaso, Giani tenga presente che i cittadini toscani ne hanno abbastanza delle passerelle, della sindrome dell’annuncite e degli spot su una Toscana Felix che non esiste più da tempo. Se dunque per la maggioranza e la Giunta gestire la sanità è impossibile - conclude la consigliera - dimostrino almeno di esser dotati di quel minimo di senso di responsabilità per richiedere l'intervento del Governo e far nominare un commissario che sappia gestire la salute e il futuro di tutti i toscani”.

Responsabilità di contenuti e aggiornamenti a cura dei singoli gruppi consiliari e/o del Portavoce dell'opposizione

Seleziona comunicati

Cerca

Anno

Gruppo politico

 

Condividi