Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

Una sconfinata infatuazione
Firenze e la Toscana nelle metamorfosi della cultura angloamericana: 1861-1915

Convegno di studi
Firenze, 16 - 17 giugno 2011

Indagare le trame artistiche ed esistenziali che un nutrito gruppo di appassionati angloamericani di entrambi i sessi intrecciò a Firenze e, più in generale, in Toscana, tra l'ultimo quarantennio dell'Ottocento e lo scoppio della prima guerra mondiale. Questo l'obiettivo del convegno di studi "Una sconfinata infatuazione. Firenze e la Toscana nelle metamorfosi della cultura angloamericana: 1861-1915", in programma giovedì 16 e venerdì 17 giugno  nel capoluogo regionale.

Promossa e organizzata da Consiglio regionale della Toscana,  British Institute of Florence, Gabinetto G. P. Vieusseux e Associazione culturale Il Palmerino, l'iniziativa è patrocinata dalle Università di Firenze e Trento.
 

Responsabile scientifico
Serena Cenni (Università di Trento)

Comitato scientifico
Mark Anderson (Università per stranieri di Perugia), Mirella Billi (Università della Tuscia), Ornella De Zordo (Università di Firenze), Carlo Locatelli (Università di Trento), Giovanna Mochi, (università di Siena), Giovanna Silvani (Università di Parma)


Programma

giovedì 16 giugno, ore 10.30
Consiglio regionale della Toscana
Sala delle Feste, Palazzo Bastogi, via Cavour 18

saluti
Daniela Lastri, Consigliera regionale - Ufficio di Presidenza
Lea Vergine, Critica d’arte
presiede Claudia Corti, Università di Firenze
Serena Cenni, Università di Trento
Eccentrici, bizzarri, infatuati
Ornella De Zordo, Università di Firenze
“Italia amore mio": vita avventurosa di Jessie White Mario
Franco Marucci, Università di Venezia
“O bella libertà, o bella”: i Browning per l'Italia
Giovanna Mochi, Università di Siena
“A vain agitation of particles”: gli americani di Henry James tra ville e strade fiorentine
Carla Locatelli, Università di Torino
Sinestesie geometriche: il "Ritratto di Mable Dodge a Villa Curonia" di Gertrude Stein

Giovedì 16 giugno, ore 15.30
Gabinetto G. P. Vieusseux
Palazzo Strozzi, piazza Strozzi

saluti
Gloria Manghetti, Direttrice del Gabinetto G. P. Vieusseux
presiede Marino Biondi, Università di Firenze
Mirella Billi, Università della Tuscia
Edith e i suoi fratelli
Giovanna Silvani, Università di Parma
Sotto il sole nero: le poesie di guerra di Edith Stwell
Gabriella Romani, Seton Hall University
Longfellow a Firenze: De Amicis e le “Calate dei barbari” al salotto di Emilia Peruzzi
Valeria Bruni, Accademia Belle Arti, Bologna
Alle origini dell'avanguardia: modernismo e origini della forma in Roger Fry
Antonella Francini, Syracuse University, Firenze
Mina Loy e l'amore mancato "alle luci dell'Arno"
Francesca Di Blasio, Università di Trento
(Fool rush in) "Where angels fear to tread": la Toscana e l'Italia di M. Forster
 
Venerdì 17 giugno, ore 9.30
The British Institute of Florence
Palazzo Lanfredini, lungarno Guicciardini 9

saluti
Sara Milne, Direttrice del British Institute of Florence
presiede Valerio Viviani, Università della Tuscia
Alyson Price, The British Institute of Florence
Janet Ross at Poggio Gherardo
Irene Campolmi, Università di Firenze
Janet Ross: collezionista? un caso di collezionismo femminile a Firenze nella seconda metà dell'Ottocento
Margherita Ciacci, New York University, Firenze
Mable Dodge tra Firenze e New York: da Arcetri all'Armory show
Nick Ceramella, Università per Stranieri di Perugia
If Garibaldi had been prouder
Mark Roberts,The British Institute of Florence
Reginald Turner and Florence
Tiziana Masucci, Violet Trefusis Society
La Firenze di Violet Trefusis
Maria Micaela Coppola, Università di Trento
“Come with me, sweetheart, into Italy”: le poesie di Radclyffe Hall (1906-1915)
 
Venerdì 17 giugno, ore 15.30
Villa Il Palmerino
Via del Palmerino, 8

presiede  Loretta Innocenti, Università di Venezia
VERNON LEE ON SCREEN: ANTEPRIMA DI FILMATI INEDITI
dal fondo Andrè Noufflard, Mémoire Audiovisuelle/Pôle Image, Haute-Normandie
responsabile della collezione Agnès Deleforge
interviene  Ugo di Tullio, F.S.T. - Toscana Film Commission
Elisa Bizzotto, Università IUAV, Venezia
Vernon Lee e Eugene Lee-Hamilton: autobiografia e riscrittura in un dialogo a distanza
Federica Parretti, Associazione Culturale Il Palmerino
Isadora Duncan a Firenze: ispirazione e mediazione
Laura Caretti, Università di Siena
Gordon Craig a Firenze: l'utopia di un nuovo teatro
Stefania Michelucci, Università di Genova
La Toscana etrusca e/o romana di D. H. Lawrence
Susan Payne, Università di Firenze
Aldous Huxley in Tuscany