Indietro  


Pagina ancora residente nel vecchio sito del Consiglio
 

Stefano Passigli

 

Nato a Firenze l8 novembre 1938, residente a Firenze, laureato in scienze politiche, docente universitario. E stato membro della commissione nazionale per i problemi dello Stato del Partito Repubblicano Italiano e della direzione regionale del PRI toscano. Membro della commissione Progetti speciali Biennale di Venezia, stato presidente della Longanesi Spa e  ha fatto parte dellesecutivo dellAssociazione internazionale di scienza politica. Autore di numerosi articoli e volumi sul sistema politico italiano, ha insegnato nelle universit di Harvard, Michigan, Padova. 

Alle consultazioni regionali del 15 16 giugno 1975 stato eletto nella circoscrizione di Firenze, nella lista del Partito Repubblicano Italiano ed ha ottenuto 936 preferenze. Nel corso della legislatura stato vicepresidente della commissione Affari istituzionali e membro della commissione speciale per la Programmazione e della commissione speciale per la CEE.
Alle consultazioni regionali dell8 9 giugno 1980 rieletto nella stessa circoscrizione, nella lista del Partito Repubblicano Italiano con 1.343 preferenze. Nel corso della legislatura stato presidente della commissione di Controllo, membro della commissione Affari istituzionali, della commissione speciale per la Programmazione e della commissione speciale sulla situazione carceraria.
Alle elezioni del 12 13 maggio 1985 eletto per la terza volta nella circoscrizione di Firenze nella stessa lista con 2.380 preferenze. In questa legislatura stato consigliere segretario dellUfficio di presidenza del Consiglio regionale e successivamente vicepresidente del Consiglio, stato inoltre membro della commissione Cultura.
E stato nuovamente eletto alle consultazioni del 6 7 maggio 1990 nella circoscrizione di Firenze nella lista del Partito Repubblicano Italiano con 2.362 preferenze. Nel corso del suo mandato, fino al febbraio 1992, data delle sue dimissioni per candidarsi alle elezioni politiche, stato consigliere segretario dellUfficio di presidenza del Consiglio regionale, membro della commissione Cultura e della commissione speciale per la riforma dello Statuto. Ha aderito al gruppo PRI di cui stato presidente.