Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

COMUNICATO STAMPA  n. 347


Coronavirus: la commissione Sviluppo economico lavora a un documento unitario

I commissari hanno accolto l’invito del presidente Gianni Anselmi (Pd) di cercare di riassumere in un solo atto di indirizzo le impegnative delle venti tra mozioni, ordini del giorno e proposte di risoluzione presentati per fronteggiare le difficoltà economico e sociali legate all’emergenza Covid-1

 

di Ufficio Stampa, 8 aprile 2020

 

 Firenze – Su proposta del presidente Gianni Anselmi (Pd) la commissione Sviluppo economico ha deciso, all’unanimità, di procedere al tentativo di stilare un documento unitario che raccolga le istanze e i suggerimenti contenuti nei 20 atti di indirizzo (mozioni, ordini del giorno e proposte di risoluzione) presentate dai vari gruppi consiliari per chiedere alla Giunta impegni precisi per fronteggiare le emergenze economico-sociali legate all’emergenza coronavirus.

“Il contributo della discussione – ha sottolineato Anselmi chiudendo i lavori della commissione – è andato ben al di là del contenuto dei documenti. È importante che sia emersa una volontà unitaria per cercare di giungere a un documento condiviso per indicare alla Giunta impegni e linee operative per fronteggiare gli effetti dell’emergenza e rilanciare una prospettiva per l’economia toscana”.

Un orientamento, quello dell’unitarietà di intenti, che è stato sottolineato e apprezzato dai consiglieri Antonio Mazzeo (Pd), Luciana Bartolini (Lega), Marco Stella (Fi), Irene Galletti (M5S), Roberto Salvini (gruppo Misto) e Tommaso Fattori (Sì-Toscana a Sinistra).

Secondo la proposta tracciata dal presidente Anselmi, l’idea è quella di estrapolare dai vari atti gli interventi che prevedono misure di sostegno emergenziali e di riunirli in un documento, anche non formale, che possa essere trasmesso agli uffici della Giunta regionale. Gli elemenenti che guardano invece alla fase due o più in prospettiva troveranno invece accoglienza nel documento unitario che sarà poi discusso e votato nei prossimi giorni. Saranno valutati anche contributi aggiuntivi, come ad esempio quelli sull’agricoltura annunciati da Marco Niccolai (Pd) e sull’industria manifatturiera da Ilaria Bugetti (Pd).

“Cercheremo di accogliere tutti i suggerimenti, cercando di rispettare le diverse sensibilità politiche – afferma Anselmi. - Il documento unitario dovrà essere suddiviso per tematiche: agricoltura, manifattura, turismo, mobilità e altri. Dovremo essere capaci di fare proposte non attaccabili dal punto di vista scientifico, prima di tutto, così da immaginare davvero, quando sarà possibile farlo, una ripartenza delle attività in assoluta sicurezza sia per le imprese che per i lavoratori e i cittadini”.

Responsabilità di contenuti, immagini e aggiornamenti a cura dell'Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Toscana

Seleziona comunicati

Cerca

Anno

Argomento

 

Condividi