Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

COMUNICATO STAMPA  n. 1444


Turismo: trasporti di settore, consultate le categorie

In commissione Sviluppo economico si sono tenute le audizioni delle organizzazioni del trasporto privato e delle agenzie di viaggio. Il presidente Gianni Anselmi: “Contributi importanti. La norma conterrà sufficienti garanzie per tutti”

 

di Ufficio stampa, 29 novembre 2019

 

“Abbiamo ascoltato i rappresentanti delle categorie economiche interessate, raccogliendo contributi che ci saranno utili nella discussione per la definizione del testo della legge. L’obiettivo resta quello di superare le differenze di articolazioni territoriali del trasporto turistico, ma la norma dovrà contenere sufficienti garanzie per tutti i soggetti coinvolti”. Lo ha dichiarato il presidente della commissione Sviluppo economico, Gianni Anselmi, a margine delle consultazioni sulla proposta di legge n. 409 che all’articolo 87, modificando il Testo Unico per il Turismo, introduce modifiche alla disciplina per la definizione e l’attività delle agenzie di viaggio e turismo. Nello specifico, la proposta di legge, di cui è primo firmatario il consigliere Massimo Baldi (Iv), prevede l’aggiunta di un comma, al fine di specificare che nelle attività delle agenzie di viaggio e turismo è compresa, fermo restando il rispetto della normativa attualmente vigente, anche l’organizzazione di gite, escursioni, visite individuali o collettive, e il trasferimento dei clienti da e per porti, aeroporti e stazioni di partenza e di arrivo di mezzi collettivi di trasporto, da potersi effettuare con ogni mezzo di trasporto, inclusi mezzi di trasporto propri delle agenzie o noleggiati presso terzi.
“Dopo i contributi delle categorie intervenute alle consultazioni, c’è lo spazio per venire incontro alle richieste avanzate, per cui il testo della proposta di legge sarà senz’altro modificato”, ha spiegato il proponente Baldi.
 
 

Responsabilità di contenuti, immagini e aggiornamenti a cura dell'Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Toscana

Seleziona comunicati

Cerca

Anno

Argomento

 

Condividi