Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

COMUNICATO STAMPA  n. 581


Piano sanitario e sociale: proseguono le consultazioni (2)

Audizione questo pomeriggio con organizzazioni sindacali regionali, organizzazioni sindacali di categoria regionali, ordini, associazioni e collegi professionali

 

di Paola Scuffi, 15 maggio 2019

 

Partecipazione e confronto, anche questo pomeriggio, mercoledì 15 maggio, per le audizioni in commissione Sanità e politiche sociali, presieduta da Stefano Scaramelli, che hanno visto interagire tra loro una quarantina di soggetti, appartenenti a organizzazioni sindacali regionali, organizzazioni sindacali di categoria regionali, ordini professionali, associazioni e collegi professionali.
 
Molti gli spunti di riflessione: dagli apprezzamenti sul coinvolgimento delle farmacie nella presa in carico del paziente e sull’attenzione alla prevenzione, al lavoro ancora importante da fare per porre davvero il malato al centro del servizio, passando dal raccordo ospedale-territorio, dalle residenze sanitarie, dalla non autosufficienza e dal ruolo dei medici di medicina generale.
 
A chi ha parlato della proposta di nuovo Piano sanitario e sociale integrato regionale 2018-2020, come di un documento troppo ampio e generico, il presidente Scaramelli ha ricordato che si tratta di un piano di programmazione, da cui nascono una serie di misure cogenti. Da qui l’importanza del percorso di ascolto da parte della commissione Sanità, quale ‘cerniera’ con la società e con gli operatori del settore, per riempire ogni alert di contenuti e definire nel dettaglio anche misure specifiche, grazie anche a contributi scritti.
 
Il percorso di ascolto in commissione si chiuderà nel mese di maggio, per arrivare alla stesura definitiva e all’approvazione del Piano in luglio, che sarà operativo da settembre, ha concluso Scaramelli, rinnovando l’invito a inviare proposte e elementi puntuali.

Responsabilità di contenuti, immagini e aggiornamenti a cura dell'Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Toscana

Seleziona comunicati

Cerca

Anno

Argomento

 

Condividi