Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

COMUNICATO STAMPA  n. 177


Teatro: debutta ‘Il mio nome è Spadaro’

Presentato lo spettacolo di Gianmaria Vassallo che debutterà il 15 febbraio al teatro della Compagnia. Il presidente Giani: “Artista che ha contribuito a promuovere l’identità dei toscani”

 

di Ufficio stampa, 8 febbraio 2019

 

“Il mio nome è Spadaro” di e con Gianmaria Vassallo, è il titolo dello spettacolo che andrà in scena, primo debutto assoluto, venerdì 15 febbraio  alle ore 21 presso il teatro La Compagnia. L’evento è stato presentato questa mattina, durante una conferenza stampa a cui sono intervenuti il presidente del Consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani, lo stesso Vassallo e il regista Riccardo Giannini.
“Tengo molto al fatto che il Consiglio regionale promuova l’identità dei toscani anche attraverso il piano della musica, e questo passa necessariamente attraverso personaggi straordinari come Spadaro: artisti che contribuirono in questo, promuovendo l’orgoglio di essere toscani anche nei tanti emigrati dell’epoca – ha detto il presidente Giani –. Ed è molto interessante che con questo repertorio si confrontino le nuove generazioni”.
 
Lo spettacolo, hanno spiegato gli intervenuti, rappresenta un viaggio attraverso i lati più sconosciuti della vita del fantasista Odoardo Spadaro, dai primi momenti dell'infanzia vissuti nei rigidi collegi fiorentini, passando per i successi ottenuti nelle lunghe tourneè parigine e americane, per arrivare in seguito a ricordi e aneddoti sulla Firenze del tempo. Il recital di Vassallo è interamente originale e creato con materiale prevalentemente inedito, recuperato da vari archivi storici della nostra regione. I brani, arrangiati in chiave moderna, sono eseguiti dal vivo da un complesso musicale. “Presentiamo un repertorio inedito – ha detto Vassallo – ma anche brani che la gente si aspetta di riascoltare. Abbiamo scoperto e vogliamo mettere in luce la grande umanità di questo personaggio”. Personaggio, ha sottolineato il regista Giannini, “che siamo abituati a considerare come un fenomeno locale, mentre invece ha goduto di fama internazionale e ha lavorato all’estero con i più grandi nomi”.
 
La produzione è dell’Associazione culturale Masaccio di San Giovanni Valdarno, e la serata vede un aspetto anche solidale, in quanto pensata per dare sostegno alla Onlus Cure2Children. “Il mio nome è Spadaro” è patrocinato dal Comune di Firenze, con la collaborazione del Consiglio Regionale della Toscana e di Enel Produzione.

 
  

Responsabilità di contenuti, immagini e aggiornamenti a cura dell'Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Toscana

Materiali multimediali

Dichiarazioni, interviste, foto e altri contributi

Immagine - Da sinistra: Gianmaria Vassallo, Eugenio Giani, Riccardo Giannini
Da sinistra: Gianmaria Vassallo, Eugenio Giani, Riccardo Giannini

Seleziona comunicati

Cerca

Anno

Argomento

 

Condividi