Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

COMUNICATO STAMPA  n. 1355


Caso Forteto: Giani “piena solidarietà al consigliere Paolo Bambagioni. La commissione d’inchiesta ha lavorato correttamente”

 

di Maria antonietta Cruciata, 5 dicembre 2018

 

“Esprimo la più sentita e profonda solidarietà al consigliere Paolo  Bambagioni”  ha dichiarato il presidente dell’Assemblea toscana Eugenio Giani, riferendosi alla vicenda deflagrata nell’udienza che si terrà il 18 dicembre prossimo per l’opposizione della Cooperativa il Forteto contro l’archiviazione di una querela nei confronti dell’ex presidente della seconda commissione d’inchiesta del Consiglio regionale della Toscana, Paolo Bambagioni (Pd) appunto, per alcune dichiarazioni rilasciate agli organi d’informazione.

“Siamo di fronte a un atto assolutamente inaccettabile – ha proseguito Giani – che dimostra in realtà la buona fede e il lavoro corretto e costruttivo portato avanti dalla commissione d’inchiesta presieduta da Bambagioni, come dalla precedente presieduta da Stefano Mugnai” (l’allora consigliere di Forza Italia, ora eletto alla Camera dei deputati, è stato presidente della prima commissione regionale d’inchiesta, che ha svolto i propri lavori tra giugno 2012 e gennaio 2013 ndr).

“Tutto il Consiglio regionale – ha concluso Giani – è vicino a Bambagioni, e lo affermo come presidente. Lascia molto perplessi e sgomenti il fatto che si sia arrivati a un atto come questo contro chi ha lavorato con serietà e impegno per l’accertamento della verità in una materia che ha creato profondo disagio e costernazione in tutta la regione”. 

Responsabilità di contenuti, immagini e aggiornamenti a cura dell'Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Toscana

Seleziona comunicati

Cerca

Anno

Argomento

 

Condividi