Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

COMUNICATO STAMPA  n. 0755


Camp Darby: Giani riceve Console Usa e Comandante Guarnigione in Italia

La delegazione americana ricevuta in sala Gonfalone. Il presidente del Consiglio: “Incontro molto importante programmato da tempo con Console Wohlauer e Comandante Berdy”

 

di Maria Antonietta Cruciata e Camilla Marotti, 10 luglio 2018

 

Da sinistra: Il Comandante della Guarnigione Usa in Italia, Colonnello Erik Berdy; il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Eugenio GianiCreare le premesse per un’integrazione tra la base militare Usa di Camp Darby e la comunità circostante, favorendo un tavolo tecnico tra lo stesso Comandante Generale della guarnigione in Usa, Colonnello Erik Berdy, e i Comuni del territorio interessato. 
 
E’ questo lo spirito dell’incontro (avvenuto questa mattina 10 luglio, in palazzo del Pegaso) tra il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani e la delegazione Usa di cui facevano parte il Console Generale Usa a Firenze, Benjamin Wohlauer, il Comandante della Guarnigione Usa in Italia, Colonnello Erik Berdy, Peter Brownfeld, Consigliere Politico US Army Italia/Slovenia, Catherine Miller, manager della base di Camp Darby.  
 
“E’ stato un incontro molto importante, che con il Comandante generale Berdy e con il Console Wohlauer avevamo programmato da tempo” ha dichiarato il presidente Giani. L’intento è di “creare le condizioni per l’integrazione tra la base americana che, oltre ai 200 militari, coinvolge in tutto 1200 persone tra familiari e personale di supporto”. In una realtà analoga in Italia, e cioè a Vicenza, esiste già un tavolo avviato con i sindaci di circa venti Comuni che gravano sul territorio. “Ritengo che l’esperienza veneta possa dare ottimi risultati anche qui in Toscana, terra da sempre votata alla cultura dell’ospitalità”, ha affermato il presidente dell’assemblea regionale.
Lo spirito, ha aggiunto Giani, “è quello dell’apertura, dell’integrazione, dell’accoglienza di chi va a svolgere il proprio lavoro a Camp Darby, ma è anche quello di far conoscere di più Camp Darby a chi vive nella zona”.

“E’ nostro desiderio rafforzare il senso di appartenenza, e nostra volontà facilitare l’integrazione promuovendo iniziative insieme alle comunità locali - ha sottolineato il comandante Erik Berdy – noi siamo ospiti di questo Paese, di questa terra straordinaria che rispettiamo, e faremo tutto il possibile per ricambiare tale ospitalità con gratitudine”.

Responsabilità di contenuti, immagini e aggiornamenti a cura dell'Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Toscana

Seleziona comunicati

Cerca

Anno

Argomento

 

Condividi