Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

Comunicati stampa

Comunicato n. 117 del 13 febbraio 2018

Economia e Imprese

Irpet: via libera a bilancio previsionale per l'esercizio 2018

Il Consiglio regionale ha approvato a maggioranza la proposta di delibera per l'Istituto di programmazione economica della Toscana

Firenze – Il Bilancio previsionale per l’esercizio 2018 dell’Istituto regionale per la programmazione economica (Irpet), ha incassato il via libera del Consiglio regionale.
La proposta di delibera, illustrata dal presidente della commissione Affari istituzionali, fotografa un bilancio in linea con l’anno precedente: il valore della produzione – comprensivo dei ricavi e delle vendite delle prestazioni e di altri ricavi e proventi con separata indicazione dei contributi in conto esercizio - è pari a 3milioni 531mila 400 euro (3 milioni 733mila era quello registrato al 2017).

Il costo della produzione – comprensivo degli acquisti di beni; servizi, godimento di beni terzi; personale; ammortamenti e svalutazioni; variazioni delle rimanenze di materie prime, sussidiarie, di consumo e merci; accantonamenti per rischi e oneri; altri accantonamenti; oneri diversi di gestione – ammonta a 144mila 300 euro (erano 171mila 600 nel 2017).

L’attività istituzionale di Irpet ha una corrispondenza nel finanziamento ordinario dell’istituto, delle attività comuni, finanziate con fondi europei e delle attività commerciali, che derivano da studi e ricerche commissionate da altri soggetti pubblici e privati.
Il bilancio rispetta quanto previsto dalle norme stabilite dalla Regione Toscana per il concorso degli enti dipendenti al raggiungimento degli obiettivi del patto di stabilità. (ps/f.cio)



Responsabilità di contenuti, immagini e aggiornamenti a cura dell'Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Toscana

Seleziona comunicati

Cerca

Argomento

Anno

 

Condividi