Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

Comunicati stampa

Comunicato n. 1573 del 23 novembre 2017

Istituti di Garanzia

Corecom: contrasto al gioco d'azzardo, Brogi portare spot radio e tv in cinema e scuole

Premiate le migliori produzioni video e audio del concorso "Toscana in spot 2017: contrasto al gioco d'azzardo patologico". A fare da testimonial, Pupo

Firenze – Sei giovani autori che hanno realizzato le migliori produzioni video e audio sul contrasto al gioco d’azzardo patologico sono stati premiati dal Corecom.
I primi tre video classificati sono stati “Non fulminarti la vita” di Federico Favilli, “La posta in gioco sei tu” di Daniele Bonarini e “Il pifferaio magico” di Graziano Staino.
I tre sul podio degli spot audio, invece, sono stati “Contrasto al gioco d’azzardo patologico” di Claudio Biagi, “Non è solo un gioco” di Lorenzo Maiani e “La tua vita vale una fortuna” di Giulia Nistri. Ai vincitori sono stati consegnati premi per un totale di 15mila euro. 
 
“La Toscana – ha detto il presidente del Comitato regionale per le comunicazioni Enzo Brogi – tenta di dare risposte positive a drammi come quello del gioco d’azzardo, che attraversa tutte le condizioni economiche e culturali, in modo trasversale. Vogliamo sensibilizzare la società toscana su rischi e danni legati a ludopatia e gioco d’azzardo e incidere con messaggi positivi”. Da qui, nasce la proposta del presidente Brogi, di “portare nei cinema e nelle scuole gli spot radiofonici e televisivi realizzati per il concorso. Dobbiamo far sì che le scuole riescano a proporre strumenti culturali – ha concluso il presidente – per far riconoscere ai ragazzi ciò che per la loro crescita è utile e ciò che invece è dannoso”.
 
La consigliera regionale Serena Spinelli, presidente dell’Osservatorio regionale sul fenomeno della dipendenza da gioco, è intervenuta per ribadire “è un fenomeno che sta aumentando in maniera vertiginosa, non risente della crisi. Il gioco sembra uno strumento per rovesciare le proprie sorti in momenti di difficoltà economica, in realtà ti distrugge la vita”. 
 
“Creativi, divertenti, ironici, efficaci, belli e senza ipocrisia”, così ha definito i video, il cantante Enzo Ghinazzi, conosciuto dal grande pubblico come Pupo, presente alla premiazione – che si è tenuta nella sede Rai di Firenze martedì 21 novembre – per testimoniare la sua lotta personale contro il gioco d’azzardo, in particolare il poker. 

Alla premiazione hanno partecipato anche Andrea Jengo, direttore della sede Rai Toscana; Simona Neri, sindaco di Pergine Valdarno, delegata Anci Toscana sul tema del contrasto al gioco d’azzardo; il direttore del quotidiano La Nazione, Francesco Carrassi; il coordinatore nazionale dei Corecom, Filippo Lucci e l’assessore allo sviluppo economico del comune di Firenze, Cecilia Del Re. (bb)
 



Responsabilità di contenuti, immagini e aggiornamenti a cura dell'Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Toscana

Seleziona comunicati

Cerca

Argomento

Anno

 

Condividi