Per migliorare l'esperienza di navigazione delle pagine e di fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Per informazioni sui cookie dei siti di Regione Toscana e su come eventualmente disabilitarli, leggi le  Cookie policy
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque altro link nella pagina acconsenti all'uso dei cookie.

Comunicati stampa

Comunicato n. 608 del 20 aprile 2017

Cultura, Istruzione e Ricerca

Libri: Roberta Capanni e Nadia Fondelli, il vino visto dalle donne

Presentato questa mattina a palazzo del Pegaso il volume che racconta le storie di sessanta protagoniste. Il presidente Giani: "Il vino per la nostra regione è uno degli elementi distintivi e simbolici"

Firenze – “La nostra è l’agricoltura del futuro”, parola di Donatella Cinelli Colombini, presidente nazionale di Donne del Vino, intervenuta oggi, giovedì 20 aprile, alla presentazione del libro di Roberta Capannie Nadia Fondelli, “Donne del vino in Toscana”.
“Il vino per la nostra regione è uno degli elementi distintivi e simbolici ha esordito il presidente del Consiglio regionaleEugenio Giani– e oggi questo nettare è legato ad un bellissimo libro, che guarda a tutte coloro che lavorano nel mondo del vino”. “Un mondo coniugato al femminile, che in Toscana si identifica non solo con la professionalità enogastronomica, ma anche con la moda e con la pittura”, ha concluso il presidente.
Il volume è diviso in tre sezioni e racconta la storia di sessanta protagoniste: ‘Gioielli di famiglia’, ‘Sogni e Lavoro’, e ‘Vino e Dintorni’. Una raccolta di racconti per vivere l’esperienza di lavoro nel settore vinicolo dal punto di vista delle donne, in un mondo che è da sempre coniugato al maschile, ma dove di recente l’universo femminile sta emergendo nella dirigenza. Le interviste alle produttrici, enologhe, sommelier e giornaliste narrano le difficoltà incontrate, ma soprattutto la passione che fa la differenza: “Nel panorama vitivinicolo ci siamo anche noi e vogliamo far sentire la nostra voce”, ha sottolineato Antonella D’Isanto, presidente dell’associazione Donne del Vino Toscana.  Alla presentazione anche le autrici, che hanno sottolineato quanto le storie di queste donne – in un mondo fino a poco tempo fa declinato solo al maschile – possa regalare non solo incredibili spaccati di vita, ma anche esempi da seguire: queste protagoniste possono insegnare come si dirige un’azienda, indipendentemente dall’occuparsi del vino. (ps)



Responsabilità di contenuti, immagini e aggiornamenti a cura dell'Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Toscana

Seleziona comunicati

Cerca

Argomento

Anno

 

Condividi