Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

COMUNICATO STAMPA  n. 0217


Cultura: Fiesole e il caso Verworner

Conferenza domani, sabato 15 febbraio, alle ore 10 nella sala Gonfalone. Interverrà il presidente del Consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani

 

di Ufficio Stampa, 14 febbraio 2020

 

Il caso del pittore Verworner nell’archivio fiesolano è l’oggetto della conferenza in programma domani, sabato 15 febbraio, in palazzo del Pegaso. L’incontro è il quarto del ciclo di conferenze  a carattere culturale dal titolo "Un’eredità intramontabile. Opere, memorie, archivi di artisti". L’appuntamento è alle ore 10 nella sala del Gonfalone, in via Cavour 4 a Firenze.  A parlare delle vicende relative all’archivio fiesolano che coinvolgono Heinrich Ludolf Verworner, pittore nato a Lipsia e morto a Fiesole nel 1927 dopo aver vissuto molti anni, con rapporti non sempre facili con l’Italia, nella villa di Fontelucente, saranno Maura Borgioli, responsabile dell’Archivio comunale di Fiesole, e Maria Pia Mannini, storica dell’arte e vicepresidente della sezione toscana Iaap (International Association for Art and Psychology).  La presentazione è affidata a Carlo Catagni, presidente della sezione toscana Iaap, mentre a portare i saluti sarà il presidente del Consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani.

 

 

Responsabilità di contenuti, immagini e aggiornamenti a cura dell'Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Toscana

Seleziona comunicati

Cerca

Anno

Argomento

 

Condividi