Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

COMUNICATO STAMPA  n. 1748


Prevenzione Hiv: sì a mozione per campagna informazione e test saliva

Presentata da consiglieri Pd e Art.1-Mpd, prima firmataria Ilaria Giovannetti

 

20 dicembre 2017

 

Firenze – Accentuare le campagne di informazione e sensibilizzazione per la prevenzione del virus Hiv, promuovere la diffusione del test del tampone salivale. Il Consiglio regionale approva a maggioranza una mozione in merito alle azioni di sensibilizzazione relative alla prevenzione dell’Hiv a firma dei consiglieri Pd, Giovannetti, Scaramelli, Ciolini, Sostegni, Mazzeo, Capirossi, Bugliani, Baccelli, Nardini e della consigliera Spinelli (Art.1-Mdp). La mozione impegna la Giunta toscana a mettere in atto “specifiche azioni di sensibilizzazione o campagne informative, in particolare per i giovani, per quanto riguarda il virus Hiv” e a “promuovere una maggiore diffusione, con particolare riguardo ai luoghi maggiormente sensibili, dei test del tampone salivale, che possono fornire una prima risposta all’eventuale contagio”.
“La mozione nasce alla luce di quanto accaduto a Viareggio, dove di recente tre ragazzi, in seguito al test del tampone salivale effettuato all’esterno di una nota discoteca versiliese, hanno scoperto la loro positività al virus Hiv”, ha spiegato in Aula Ilaria Giovannetti. “I dati sui nuovi casi di contagio sono ancora preoccupanti: la Toscana continua ad avere un tasso di incidenza maggiore rispetto al dato nazionale. Nella nostra regione nel 2015 sono stati 253 i soggetti che hanno contratto Hiv e 75 coloro che hanno scoperto di avere il virus già nello stato di Aids. Esistono ad oggi metodi molto rapidi per effettuare un primo test, come ad esempio il tampone salivale”, mentre c’è ancora “una scarsa percezione del rischio”, soprattutto tra i più giovani: “La metà dei ragazzi tra i 14 e i 19 anni non usa il profilattico”, spiega ancora la consigliera.
Pieno appoggio alla mozione arriva dal consigliere Marco Casucci (Lega nord), che ricorda una mozione del proprio gruppo “sull’uso del profilattico approvata due anni fa, ma della quale non sappiamo se sia stata debitamente attuata”. I consiglieri Paolo Sarti (Sì-Toscana a sinistra), Monica Pecori (Gruppo misto-Tpt) e Andrea Quartini (Movimento 5 stelle) avevano chiesto il rinvio della mozione in commissione per approfondire o modificare alcuni aspetti, in particolare sul test del tampone salivale. (s.bar)

Responsabilità di contenuti, immagini e aggiornamenti a cura dell'Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Toscana

Seleziona comunicati

Cerca

Anno

Data

dal      al     

Argomento

 

Condividi