Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

COMUNICATO STAMPA  n. 0317


Piscine: requisiti igienico-sanitari, ok a legge di modifica

Passa in Consiglio una proposta di variazione che sposta il termine di adeguamento dal 31 marzo 2016 al 31 dicembre 2016

 

1 marzo 2016

 

Firenze –Via libera alla proposta di legge, approvata dall’aula a maggioranza, che apporta alcune modifiche alla normativa regionale vigente in merito alla disciplina dei requisiti igienico-sanitari delle piscine ad uso natatorio. A presentarla i consiglieri Stefano Scaramelli e Leonardo Marras (Pd), Stefano Mugnai e Marco Stella (Forza Italia). “Questo lavoro nasce in maniera bipartisan – ha spiegato il presidente della commissione Sanità e politiche sociali Stefano Scaramelli (Pd) – viste le istanze dei comuni e delle associazioni di categoria, ma siamo anche consapevoli che deve trattarsi dell’ultima proroga assoluta: intendiamo dare un segnale chiaro nel dire che il 31 dicembre 2016 è il termine perentorio”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il vicepresidente della commissione Sanità Stefano Mugnai (Forza Italia): “Questa è la classica proposta di legge necessitata dalla realtà dei fatti, che ha reso indispensabile una proroga ulteriore, ma il nostro deve essere un patto tra gentiluomini, il 31 dicembre è il termine ultimo”. 
La legge del 2006 (modificata nel 2014) e il relativo regolamento regionale del 2010, hanno infatti dimostrato alcune difficoltà attuative, che hanno fatto ritenere opportuna una proroga di alcuni mesi del termine entro cui le piscine devono adeguarsi alla normativa citata. Dunque, a tutela degli operatori di settore e di quelle strutture in via di adeguamento che rivestono un ruolo di presidio sociale e di salute per l’intera comunità, il termine per adeguarsi è spostato dal 31 marzo 2016 al 31 dicembre 2016. (ps)

Responsabilità di contenuti, immagini e aggiornamenti a cura dell'Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Toscana

Seleziona comunicati

Cerca

Anno

Argomento

 

Condividi