Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

COMUNICATO STAMPA  n. 1252


Storia delle donne: premio Franca Pieroni Bortolotti, sabato la XX edizione

Sabato 13 dicembre a palazzo Bastogi (via Cavour, 18), a partire dalle 10.30, seminario dedicato a Mara Baronti e premiazione delle vincitrici 2014. Intervengono la consigliera regionale dell’Ufficio di presidenza Daniela Lastri e Rossella Pettinati, presidente della commissione Pari opportunità

 

9 dicembre 2014

 

Firenze – Un seminario sulla storia di genere, il racconto di quattro protagoniste che hanno reso grande il premio Franca Pieroni Bortolotti e la presentazione delle vincitrici 2014. Sabato 13 dicembre nella sala delle Feste a palazzo Bastogi (via Cavour, 18) si tiene la XX edizione del premio dedicato alla storica, antifascista e partigiana.
Sarà il seminario “La storia di genere e il premio Franca Pieroni Bortolotti”, in ricordo di Mara Baronti, ex presidente della commissione regionale Pari opportunità, scomparsa lo scorso settembre, ad aprire la mattinata alle 10.30.
Interverranno la consigliera regionale dell’Ufficio di Presidenza Daniela Lastri, la presidente della commissione regionale Pari opportunitàRossella Pettinati, la presidente della società italiana delle storicheIsabelle Chabote Monica Pacinidell’Università di Firenze.
A seguire, il racconto di quattro donne che hanno fatto la storia del premio tra il 1990 e il 2014: Roberta Gandolfidell’Università di Parmasu “Interrogare, valorizzare e accompagnare i teatri delle donne”; Barbara Imbergamodi Sociolab Firenze interverrà su “Io e le mondine. Donne nella storia”; Lea Noceradell’Università di Napoli L’Orientalesu “Attraversamenti. Passaggi di una ricerca sulla migrazione operaia turca in Europa” e infine, Silvia Salvaticidell’Università di Teramo “Dalle contadine alle profughe. Percorsi di vita e di ricerca”.
Nel pomeriggio dalle 14.30 la parola passa alle vincitrici 2014. Il primo premio se l’è aggiudicato Silvia Carraro con la tesi “Tra sacro e quotidiano. Il monachesimo femminile nella laguna di Venezia in epoca medievale (secoli IX-XIV)”; il secondo premio va ad Olivia Fiorilli con “La costruzione dell’infermiera moderna. Genere, biopolitica, immaginario nel primo trentennio del Novecento”. (bb)
 
----------------------------------------------------------------
 
Il primo libro di Franca Pieroni Bortolotti(1925-1985), “Alle origini del movimento femminile in Italia” del 1963 inaugurò un terreno di ricerca del tut­to nuovo. Ricostruendo la biografia politica di Anna Maria Mozzoni (1837-1920), Bortolotti ritrasse l’in­tera generazione di donne che fu all’origine del movimento di emancipazione femmini­le in Italia. Era convinta che la “questione femminile” fosse al centro della costruzione della democrazia, sia nel Risorgimento che nell’Italia del secondo dopoguerra.
A lei fu intitolato, nel 1990, un premio na­zionale istituito dal Comune di Firenze e ri­volto a giovani ricercatrici e ricercatori per studi inediti di storia delle donne e storia di genere. Il premio dal 2012 è sotto l’egida del Consiglio regio­nale della Toscana. Le opere (tesi di laurea e di dottorato inedite in Storia delle donne e Storia di genere) che partecipano al Premio sono conservate nel “Fondo Franca Pieroni Bortolotti”, alla biblioteca delle Obla­te. 
 

Responsabilità di contenuti, immagini e aggiornamenti a cura dell'Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Toscana

Seleziona comunicati

Cerca

Anno

Argomento

 

Condividi