Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

COMUNICATO STAMPA  n. 0597


Giornalismo digitale: in arrivo contributi per testate on-line della Toscana

L’annuncio è stato dato dall’assessore Bugli e dalla consigliera Lastri dell’Ufficio di Presidenza durante il convegno “Spazi fluidi” promosso dal Corecom presieduto da Vannini

 

17 giugno 2014

 

Firenze – “Questo primo censimento è un lavoro fondamentale per una vera conoscenza dei nuovi media in Toscana. Web tv, web press e web radio, le realtà legate al cosiddetto giornalismo on-line, rappresentano ormai una parte importante del mondo dell’informazione”. E ancora: “Il sistema dei media è al centro di cambiamenti straordinari. Questa ricerca, avvalendosi dell’apporto di giuristi, esperti di comunicazione e professionisti del settore, ha cercato non solo di dare una definizione di giornalismo digitale, ma anche di comprendere il servizio che queste testate offrono. La Regione è già intervenuta con un sostegno economico, altri interventi a favore di queste realtà saranno presto erogati, nel nome del pluralismo e della sua salvaguardia”.
Con queste parole la consigliera regionale Daniela Lastri, esponente dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio toscano e membro della commissione Cultura, è intervenuta al convegno “Spazi fluidi”, dedicato alla “informazione in rete”, nel corso del quale è stato presentato il primo censimento delle testate on-line della Toscana realizzato dal Corecom in collaborazione con l’Università di Firenze, l’Ordine regionale dei Giornalisti e l’Associazione stampa toscana.
Il presidente del Corecom, Sandro Vannini, ha sottolineato come il Comitato regionale delle comunicazioni da lui presieduto sia un “organo di consulenza e di gestione della Regione in materia di comunicazione e un organo funzionale dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni” precisando che “riguardo al Consiglio regionale il Corecom ha come principale interfaccia la commissione Cultura”. Ha spiegato Vannini: “Non appena abbiamo avuto il via libera dalla commissione, abbiamo iniziato a lavorare nel senso delle ricerca che ha portato alla realizzazione del censimento che oggi presentiamo“. Vannini ha poi continuato sottolineando le “enormi potenzialità“ che il mondo dell’informazione digitale esprime e ha chiarito che “il censimento delle web tv, delle web radio e della web press in Toscana è una delle progettualità previste nel programma di attività 2013 e 2014, così come indicato dalla commissione Cultura in fase di audizione del Comitato“.
I saluti della Giunta toscana sono stati portati da Vittorio Bugli, assessore alla Presidenza e alla Comunicazione, che ha evidenziato come “in tutta la Toscana si stia ormai diffondendo la presenza di tante testate on-line, più o meno grandi, più o meno piccole, che rappresentano un grande valore aggiunto“. E ha aggiunto: “Il settore è da sostenere. Già lo scorso anno abbiamo provveduto a garantire contributi a chi opera nel mondo dell’informazione attraverso questa specifica tecnologia. Entro le ferie estive interverremo con altri tre milioni di euro. In Toscana esistono straordinarie potenzialità in questo comparto“.
Il presidente del Coordinamento nazionale dei Corecom, Filippo Lucci, ha sottolineato che “la ricerca toscana è la prima di questo genere in Italia“. E ha precisato: “Si tratta di un lavoro che potrà essere utile, e di esempio, anche per altri Comitati regionali“.
Da ricordare, infine, gli interventi di Letizia Salvestrini, componente del Corecom toscano, che ha ricordato che “le risultanze di questa ricerca potranno essere di utilità della Giunta e del Consiglio regionale per azioni, decisioni ed interventi sul settore dell’editoria digitale“ e di Adriana Lotti dell’Agcom, che ha evidenziato l’importaza del lavoro promosso dal Corecom della Toscana. (mc)
 
  

Responsabilità di contenuti, immagini e aggiornamenti a cura dell'Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Toscana

Seleziona comunicati

Cerca

Anno

Argomento

 

Condividi