Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

COMUNICATO STAMPA  n. 838


Liberazione Firenze: commemorazione, Daniela Lastri rappresenterà Regione

La consigliera dell’Ufficio di presidenza parteciperà alle iniziative in ricordo della storica giornata dell’11 agosto 1944

 

9 agosto 2013

 

Firenze –La consigliera regionale Daniela Lastri rappresenterà la Regione Toscana in occasione delle celebrazioni per il 69° anniversario della Liberazione di Firenze. Domenica 11 agosto 2013, ad aprire la cerimonia saranno i rintocchi della Martinella, la campana della Torre di Arnolfo che suonò nel 1944 per annunciare la liberazione della città.
“Partecipare alle celebrazioni della Liberazione di Firenze è un impegno morale e civile, soprattutto in un momento così difficile per la vita del nostro Paese – sottolinea Lastri, che fa parte dell’Ufficio di presidenza dell’Assemblea toscana –. Oggi, più che mai, dobbiamo difendere i principi fondanti della nostra Costituzione nata dalla Resistenza: libertà, giustizia, uguaglianza e democrazia. L’11 settembre del ‘44 resta nella storia come un esempio di città che si è liberata da sola e in grado subito di governarsi – commenta –. Questo rimanga un punto di riferimento per tutti noi e per le future generazioni”.
Alle 9 di domenica l’appuntamento è in Palazzo Vecchio, con deposizione di una corona di alloro alla lapide, con l’epigrafe dettata da Piero Calamandrei a ricordo della Liberazione di Firenze; alle 10 il corteo si sposterà in piazza dell’Unità italiana, per rendere onore ai morti di tutte le guerre. Nel Salone dei Cinquecento, a partire dalle 10.45, si terranno quindi i discorsi celebrativi e la giornata si concluderà presso l’Arengario di Palazzo Vecchio, alle 21, con il tradizionale concerto per la cittadinanza promosso dalla Filarmonica Gioacchino Rossini di Firenze. (ps)

Responsabilità di contenuti, immagini e aggiornamenti a cura dell'Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Toscana

Seleziona comunicati

Cerca

Anno

Argomento

 

Condividi