Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

 

 

Scritti Danteschi

presentazione del libro di Michelangelo Picone
lunedì 11 dicembre 2017, ore 17.15
sala Gonfalone, palazzo del Pegaso

programma

In questo volume sono raccolti tutti i principali scritti di Dante di Michelangelo Picone .
La vasta materia è organizzata in sei ampie sezioni: Vita Nova e Rime; Dante e la cultura classica e mediolatina; Dante e la cultura francese e provenzale; Studi sulla Commedia; Studi di storia della critica dantesca; e Studi sulle opere di dubbia attribuzione Fiore e Detto d’Amore.
I saggi sono stati scritti in un arco di tempo compreso tra il 1974 ed il 2008: trentaquattro anni di indagini appassionate e di scavo profondo su tutti gli aspetti dell’opera dantesca.
Dante fu sicuramente l’autore prediletto da Picone e, accanto a lui, Boccaccio e Petrarca.
Esce ora questo basilare volume curato da Antonio Lanza, che di Picone è stato uno degli amici più stretti.

Michelangelo Picone (Aragona 1943 – Tempe 2009), dopo aver insegnato letteratura italiana alla McGill University di Montreal per 22 anni e all’Università di Zurigo per altri 18, è stato professore di Letterature romanze del Medioevo all’Arizona State University di Tempe (USA). È stato autore di più di 300 fra libri e articoli riguardanti argomenti che toccano la letteratura italiana, non solo medievale ma anche rinascimentale e moderna, nei suoi rapporti con le maggiori letterature europee. 
Va considerato come uno dei massimi interpreti di Dante degli ultimi cinquant’anni.