Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

 

 

Etica e robotica

lezione a due voci
venerdì 13 ottobre 2017, ore 11.00
Aula Magna del Rettorato dell'Università di Firenze, Piazza San Marco 4

programma

Intervengono:
 
Guglielmo Tamburrini, Università Napoli
Benedetto Allotta, Università di Firenze
Coordina Matteo Galletti, Università di Firenze

Lo sviluppo delle tecnologie robotiche consente oggi di costruire macchine che sostituiscono gli esseri umani in una varietà sempre crescente di compiti: ne sono esempi significativi i veicoli senza conducente, le armi autonome che identificano e attaccano i loro bersagli senza essere preventivamente sottoposti all’autorizzazione di un operatore umano, i robot chirurghi  e di assistenza ad anziani non autosufficienti.
Al centro del dialogo tra l’ingegnere Benedetto Allotta e il filosofo Guglielmo Tamburrini sarà posta una questione etica fondamentale che riguarda i sistemi robotici attuali e del prossimo futuro: “In quali circostanze è moralmente permesso oppure proibito far svolgere a una macchina dei compiti che hanno implicazioni significative sul piano delle responsabilità, dei doveri morali e dei diritti fondamentali delle persone?