Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

 

 

Vallucciole, 13 Aprile 1944. Storia, ricordo e memoria pubblica di una strage nazifascista

presentazione del volume di Luca Grisolini - Edizioni dell'Assemblea
lunedì 25 settembre 2017, ore 16.30
Biblioteca della Toscana "Pietro Leopoldo" Palazzo Cerretani, piazza dell'Unità 1, Firenze

programma


Vincitore del Riconoscimento della Presidente della Camera nel contesto del Premio Spadolini Nuova Antologia 2016, Luca Grisolini analizza il caso di Vallucciole, piccola frazione di Pratovecchio Stia dove si consumò la prima strage indiscriminata della regione, con 109 vittime. Il massacro, secondo lo studio condotto, fu il risultato di due cause concatenate: la prima, di ordine militare, legata a una grande operazione volta a eliminare la presenza partigiana sul monte Falterona. La seconda, di carattere contingente, determinata dall’uccisione di due tedeschi nella vicina frazione di Molin di Bucchio, l’11 aprile 1944.
Nella seconda parte del volume, per la prima volta, sono state esaminate le ricorrenze della strage celebrate tra il 1945 e il 1994, evidenziando come, in un clima non caratterizzato da una memoria divisa, il ruolo della comunità di Vallucciole, vittima inconsapevole di logiche della guerra, sia stato “rielaborato” nella veste di “martire consapevole dell’antifascismo”.