Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

Comunicati stampa gruppi politici

Fratelli d`Italia
comunicato n. 823 del 16 settembre 2022

UNIVERSITA'. FRATELLI D'ITALIA: “GIANI AUMENTA LE SPESE AGLI STUDENTI VIOLANDO LA COSTITUZIONE”


Firenze, 16 settembre 2022: “La scelta di far pagare il trasporto pubblico locale a tutti gli studenti universitari che ricorrono alla 'Carta dello studente' non è solo scellerata ma anche del tutto sbagliata perché potrebbe avere dei profili di incostituzionalità. Per questo chiediamo al governatore Giani di ritirare la delibera e prevedere un'altra forma di sostegno al trasporto pubblico locale.

La sinistra toscana non è dalla parte della cultura, dell'istruzione e dell'alta formazione se pensa di spennare in questo modo gli studenti universitari. E la cosa davvero assurda è che sta aumentando le spese per l'istruzione violando addirittura la Carta Costituzionale. 

Su segnalazione di Azione Universitaria, abbiamo approfondito la questione e ci siamo accorti che la decisione presenta possibili profili di incostituzionalità. Il pagamento obbligatorio del trasporto pubblico per tutti gli studenti universitari che ricorrono alla Carta sembrerebbe una vera e propria tassa e, per Costituzione, le nuove imposte e tasse devono essere stabilite per legge.


Purtroppo la decisione della Giunta Giani è stata presa con una semplice delibera pertanto parrebbe incostituzionale. Chiediamo un'audizione del Presidente Giani in Prima Commissione assieme alla Commissione Controllo per valutare modalità e merito di questa scelta che aumenta in modo consistente il costo della Carta dello Studente attraverso una procedura che non ci convince. C'è il serio pericolo che la Regione sia coinvolta in un lungo contenzioso amministrativo.
A quanto pare il rischio di perdere in malo modo le elezioni del 25 settembre, sta distraendo fortemente il Partito democratico che raschia il fondo del barile imponendo nuove tasse senza seguire l'iter legislativo prescritto dalla Costituzione”. Lo dichiarano Francesco Torselli, capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale, e Alessandro Capecchi, consigliere regionale FdI e Presidente della Commissione controllo.

 

Responsabilità di contenuti e aggiornamenti a cura dei singoli gruppi consiliari e/o del Portavoce dell'opposizione

Seleziona comunicati

Cerca

Anno

Gruppo politico

 

Condividi