Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

Con l'adesione del Presidente della Repubblica

 

Pianeta Galileo 2005

“Pianeta Galileo” dopo il successo della prima edizione che lo scorso anno vide l’adesione di cinque province con ben cento iniziative, registrando una straordinaria partecipazione di pubblico, realizza il suo obiettivo di coinvolgimento delle Istituzioni Locali ed estende il suo “cono d’ombra” a tutte e dieci le province della Toscana. La programmazione si apre con un mese di anticipo rispetto al 2004, in onore ad un evento astronomico già studiato dagli antichi astronomi babilonesi. Nella mattinata del 3 ottobre, poche ore prima della inaugurazione ufficiale, avrà luogo – visibile dall’Italia - un’eclisse parziale di Sole: l’astro assumerà l’aspetto di una mezzaluna. Il fenomeno, che si ripete ciclicamente dalla notte dei tempi, è stato assunto a momento simbolo per l’apertura delle iniziative: un omaggio a Galileo ed un buon auspicio per il successo del programma di attività promosso dal Consiglio Regionale, dall’Assessorato all’Istruzione e Formazione della Regione Toscana e dagli Enti Locali. Dal 3 Ottobre al 7 Novembre si succederanno, nelle dieci Province della Toscana, lezioni/incontri tenute da docenti e ricercatori delle Università toscane e italiane sui diversi campi del sapere e della ricerca scientifica, conferenze/dibattiti sulle problematiche della diffusione e divulgazione della cultura scientifica, dello sviluppo della ricerca e delle sue applicazioni, seminari dedicati all’innovazione nell’insegnamento scientifico, visite guidate ai luoghi della ricerca in ambito scientifico, tecnico e della produzione, proiezioni di film. Il mondo accademico si avvicina al grande pubblico per scoprire insieme i valori di una prospettiva educativa globlale. Tutto questo nella convinzione che il piacere di fare ricerca si possa comunicare e che coltivare il sapere scientifico approcciandone il metodo, rivelatore della dinamicità, della assenza assoluta di staticità, della continua evoluzione della materia, sia un’opportunità importante per la società civile, per la formazione dell’individuo, per l’affermazione dell’idea stessa di democrazia.

Riccardo Nencini
Presidente Consiglio Regionale della Toscana