Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

Con l'adesione del Presidente della Repubblica

 

Pianeta Galileo 2012

Torna Pianeta Galileo, torna l’incontro dei giovani toscani con la scienza. In un momento di grande difficoltà per le finanze pubbliche, all’ulteriore processo, in corso, di riorganizzazione dei propri costi di funzionamento, il Consiglio regionale ha voluto sottrarre questa importante iniziativa. Perché, più passa il tempo, più vi è la conferma della funzione ‘pedagogica’ che Pianeta Galileo è in grado di esercitare. Un ponte, fra i giovani e le Università, fra gli studenti e le eccellenze di una ricerca di cui la Toscana è ancora ricca. Tanti approcci per disvelare alla curiosità di coloro che rappresentano la più straordinaria risorsa della società (i giovani, le donne e gli uomini di domani) un mondo straordinario, fatto di impegno, studio, passione, fantasia, coraggio. Il mondo della scienza. Lo ripeteremo fino alla nausea: se anche uno solo di queste ragazze e di questi ragazzi, nel suo domani, deciderà di dedicare la sua vita alla scienza, perseguendo con la sua ricerca ed il suo lavoro un progresso più giusto, più equo, più solidale, instradato in ciò da una dei tanti eventi incontrati con Pianeta Galileo, ecco, avremo allora raggiunto il nostro scopo. C’è bisogno di scienza, oggi più che mai. Perché la mente dell’uomo non si chiuda a riccio, non ceda a tentazioni oscurantiste che la paura della modernità pare rilanciare. C’è bisogno di scienza per superare la tante, troppe diseguaglianze economiche e sociali che caratterizzano il nostro Pianeta. C’è bisogno di scienza per redimere la nostra scellerata corsa alla distruzione delle risorse essenziali del Pianeta, per iniziare davvero un reale sviluppo sostenibile. Pianeta Galileo vuol essere anche questo: l’incontro con la scienza perché della scienza, colpevolmente, non ci si dimentichi.
Buona edizione 2012 a tutti!

Alberto Monaci
Presidente Consiglio Regionale della Toscana