Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

Con l'adesione del Presidente della Repubblica

 

Pianeta Galileo 2013

Ancora una volta il Consiglio regionale della Toscana offre agli studenti toscani e ai cittadini l’opportunità di un incontro ravvicinato con la scienza. Torna “Pianeta Galileo”, il progetto che da diversi anni, per iniziativa dell’assemblea legislativa toscana, mette in relazione scienziati, studiosi, docenti, studenti, artisti, musicisti, attori sul grande tema della scienza, dalla ricerca all’insegnamento.
Un percorso che si vuole, quello di Pianeta Galileo, sempre più orientato a costruire il contatto diretto fra mondo accademico e giovani delle scuole superiori, nella convinzione che la condivisione di idee, la collaborazione progettuale, la dialettica fra mondi ancora oggi troppo separati possano essere la chiave di volta per un deciso miglioramento della formazione, soprattutto scientifica, di questo Paese. Col corollario di entusiasmanti esperienze nel mondo dello spettacolo e dell’arte, con la scienza ancora una volta "padrona" del palcoscenico, per un modo diverso di comunicare, condividere, apprendere, conoscere.
Rompere le barriere che separano, ancora, il mondo della scuola e il mondo della scienza, dell’accademia, per far fluire nell’uno la sapienza dell’altro, e nell’altro l’entusiasmo giovanile e la partecipazione del primo. Per arrivare dove? Magari, come abbiamo sempre detto, non a scovare un novello Einstein toscano, ma comunque a costruire giovani innamorati della scienza, che decidano di dedicare le loro energie ed il loro futuro ad un fantastico viaggio nella ricerca, nel modo della scoperta a beneficio degli altri. Per questo Pianeta Galileo, col suo programma di incontri, lezioni, spettacoli, dibattiti, vuole essere occasione di ampia partecipazione e di grande comunicazione: per coinvolgere, affascinare, attrarre. Verso la cultura e verso la scienza, senza cui l’uomo difficilmente riesce ad elevarsi. L’augurio è che anche l’edizione 2013 sia una bella edizione di “Pianeta Galileo”, uno sforzo non indifferente per il Consiglio regionale ma che merita tutto l’impegno ed il sostegno richiesto.
 
Alberto Monaci
Presidente Consiglio Regionale della Toscana