Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

Edizioni dell'Assemblea 225

TitoloBeni comuni e usi civici nella Toscana di Pietro Leopoldo di Lorena
AutoreLeonardo Rombai, Anna Guarducci e Luisa Rossi
SezioneStudi
Formato17x24
Pagine371
Anno2021
ISBNISBN 978-88-85617
Testo
AbstractIl volume (presentato da Marco Bicchierai) si basa su un’ampia storiografia e sulle fonti documentarie degli archivi statali della regione. Viene ricostruita la ragguardevole, e spazialmente differenziata, geografia degli usi civici e dei beni comuni diffusi, dai tempi medievali, nel Granducato di Toscana – specialmente nell'Appennino, in Maremma e nell’interno centro-meridionale – fino alla riforma comunitativa e alla legislazione liberistica di Pietro Leopoldo degli anni ’70 e ’80 del XVIII secolo. Vengono poi trattati i risultati sociali, economici e paesistico-ambientali delle alienazioni dei demani collettivi e dell’eliminazione dei diritti di fruizione promiscua dei beni pubblici e privati, relativamente alle risorse terriere e idriche (pascolo, legnatico, terratico, caccia, pesca, ecc.). Si tratteggiano anche gli sviluppi della problematica nei secoli XIX-XX, considerando – in forma essenziale – l’intera regione, con i territori che non fecero parte del Granducato.

La distribuzione dei volumi è sospesa temporaneamente a causa dell'emergenza epidemiologica da Coronavirus.

Seleziona volumi EdA

Ricerca libera

Numero volume

Sezioni 

Anno