Per migliorare l’esperienza di navigazione delle pagine e la fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Questo sito permette inoltre l’utilizzo di cookie di terze parti per funzionalità quali la condivisione e la visualizzazione sui social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su collegamenti nella pagina acconsenti all’uso di questi cookie.
Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la Cookie policy dei siti del Consiglio regionale della Toscana.

Edizioni dell'Assemblea 187

TitoloLa svolta del Piave
SottotitoloDa Caporetto a Vittorio Veneto e alla "difficile" pace
AutoreGabriele Parenti
SezioneMemorie
Formato17x24
Pagine124
Anno2019
ISBN978-88-85617-43-8
Testo
AbstractNell’anniversario della Conferenza della pace di Parigi che pose fine alla prima guerra mondiale, il libro vuole contribuire alla conoscenza di un conflitto che le potenze europee avevano molte possibilità di evitare e di cui non prevedevano le immani proporzioni. Il volume mette in luce la sottovalutazione della crisi e del modo errato con cui fu gestita, facendo riferimento alla situazione italiana nei momenti chiave delle vicende belliche. Vengono ricordati il disastro di Caporetto e la coesione nazionale che consentì la resistenza sul Piave, sottolineando però che tale solidarietà non andò oltre Vittorio Veneto. La pace ripropose la dicotomia tra coloro che al fronte o nelle retrovie avevano sofferto sacrifici enormi per la difesa del suolo nazionale e quanti riproponevano una politica di potenza che sfociava nel mito della vittoria mutilata e nell’avventurismo dannunziano.

Seleziona volumi EdA

Ricerca libera

Numero volume

Sezioni 

Anno